il gioco di gerald

Nel maggio 2014, era stato riferito che Mike Flanagan, il regista di Relativity Media Oculus (2013) e Hush (prodotto originale Netflix 2016) fosse stato ingaggiato per dirigere un adattamento cinematografico del thriller di Stephen King del 1992, Il gioco di Gerald, sulla base di una sceneggiatura scritta da Flanagan insieme al suo collaboratore Jeff Howard.

Da allora, non ci sono state ulteriori notizie sul progetto… fino ad ora. Al momento impegnato nella promozione del suo prossimo film Ouija: L’Origine del Male, Flanagan, un auto-dichiarato fan di Stephen King, si rese conto di voler trasformare Il gioco di Gerald in un film nel momento in cui finì di leggerlo, e l’accoglienza positiva che Hush ha ricevuto sul popolare sito di streaming lo ha portato a coinvolgere la piattaforma anche in questo nuovo progetto.

“Tutti i numeri di Netflix sono privati,quindi non posso arrivare a visionarli, ma il modo in cui ho sentito parlare le persone… Hush è stato visto un numero incredibile di volte, e l’accoglienza è stata molto, molto positiva,” ha detto Flanagan a Rue Morgue. “Casualmente, Stephen King guardò Hush a casa su Netflix e twittò a questo proposito, cosa che mi colpì moltissimo e ci portò a parlare de Il gioco di Gerald.

“Se conoscete il materiale di origine”, ha continuato, “saprete che ci sono un sacco di sfide insite in quella storia. Ma mai quante le sfide narrative su come adattarlo; mi ci sono voluti 10 anni passati a pensare continuamente al libro per capire come realizzare la versione cinematografica. Si tratta di una vera e propria sfida per i finanziatori e i distributori, che dicono: ‘Sì, ci piace il tuo lavoro, amiamo Stephen King, ma questa storia, questa particolare storia? Non sappiamo come funziona, ‘senza rimodellarla per farla rientrare in una struttura molto più convenzionale’, cosa che io non volevo fare.

E Netflix, grazie al successo di Hush ha detto, ‘Siamo davvero interessati a questo nuovo progetto, e vorremmo farlo nel modo in cui desideri farlo tu.’
E questo ha eliminato la pressione di dover testare preventivamente l’impatto del film e definire il possibile target di persone che lo andranno a guardare, tutte cose che fanno solitamente parte di una conversazione quando si sta cercando di capire come promuovere un film in prospettiva di una vasta uscita in sala. La fiducia di Netflix ha spazzato via tutti questi ostacoli , in modo che io possa fare il film che voglio fare. Spero davvero che riisuciremo a metterlo in piedi presto.”

Di segito la sinossi de Il gioco di Gerald

Gerald e Jessie Burlingame sono andati alla loro casa estiva in un caldo giorno feriale di ottobre, per un interludio romantico. Dopo essere stata ammanettata alle colonne del suo letto, Jessie decide di stare al gioco del marito, ma quando Gerald si rifiuta di smettere, lei si scaglia contro di lui, con conseguenze mortali. Ancora ammanettata, la donna è intrappolata e sola. Dolorosi ricordi della sua infanzia la tormentano. La sua unica compagnia è un cane randagio affamato e le varie voci che popolano la sua mente. Quando arriva la notte, non riesce a capire se la sensazione della presenza  di un’altra persona sia solo frutto della sua immaginazione o se davvero qualcuno la guarda da un angolo della sua camera da letto buia…

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

Scopri il nostro Shop Online