George Clooney a Trump: “Grazie per aver dato visibilità al Juneteenth”

Il messaggio dell'attore è arrivato nel giorno del Juneteenth, quando viene cioè celebrata la fine ufficiale della schiavitù negli Stati Uniti nel 1865.

George Clooney ha condiviso un messaggio sarcastico per Donald Trump, parlando del Juneteenth e annunciando una donazione a Equal Justice Initiative

Nelle scorse ore, George Clooney ha avuto parole sarcastiche per il presidente Trump:

Grazie, presidente Trump per aver reso famoso Juneteenth. Proprio come quando Bull Connor rese famosi i  diritti civili. La mia famiglia donerà 500 mila dollari alla Equal Justice Initiative in onore dei tuoi eroici sforzi.

Queste le parole dell’attore di Paradiso Amaro che ha così fatto riferimento a Bull Connor, ex commissario per la sicurezza pubblica della città di Birmingham, in Alabama, che oppose fermamente al movimento per i diritti civili negli anni ’60.

Il messaggio e la donazione di George Clooney arrivano nel giorno del Juneteenth, ovvero quello in cui la fine ufficiale della schiavitù negli Stati Uniti nel 1865 viene ampiamente celebrata. Dopo aver condiviso avvisi su Twitter contro potenziali manifestanti che si sono presentati per il suo raduno del fine settimana previsto in Oklahoma, Trump ha annunciato come questo rappresenti l’inizio della sua campagna di rielezione.

Leggi anche: Robert De Niro, “Trump? Un idiota. Vorrei essere Cuomo in un film sul virus

Trump ha consigliato poi ai manifestanti di aspettarsi un trattamento più duro rispetto a quello ricevuto durante le recenti proteste di Black Lives Matter a seguito della morte di George Floyd da parte degli agenti di polizia di Minneapolis che sono stati accusati di omicidio dopo che quel video spaventoso e scioccante ha fatto il giro del mondo.

Fonte: Deadline

Articoli correlati