Gary Oldman Cinematographe

Dopo aver vinto l’Oscar come Miglior attore, Gary Oldman si vede accusato di molestie dall’ex moglie

L’ex moglie di Gary Oldman, Donya Fiorentino, ha criticato l’Academy dopo la sua vittoria dell’Oscar come migliore attore domenica sera, accusandola di “premiare molestatori”.

“Congratulazioni, Gary e congratulazioni all’Academy per aver premiato non uno ma due molestatori con gli Oscar,” ha dichiarato Fiorentino a TMZ. “Pensavo che ci fossimo evoluti. Cosa è successo al movimento #MeToo?”. Oldman, che ha interpretato l’ex primo ministro britannico Winston Churchill in L’ora più buia, è stato accusato da Fiorentino nel 2001 di aver abusato fisicamente ed emotivamente di lei durante il loro matrimonio di quattro anni. L’attore ha negato le accuse e il suo rappresentante legale ha dichiarato a TheWrap che le dichiarazioni di Fiorentino sono state fatte durante un’aspra battaglia per la custodia dei figli.

Fiorentino, che era la terza moglie dell’attore, ha affermato in documenti giudiziari che Oldman una volta l’aveva picchiata con un telefono davanti ai loro bambini. Ha anche detto che Oldman stava spendendo “oltre 18.000 dollari in un weekend negli hotel di New York, bevendo diverse bottiglie di vodka, whisky e vino al giorno, pagando per le prostitute, la sua camera d’albergo e droghe di vario genere”. La donna ha presentato una relazione alla Corte Superiore di Los Angeles, al momento, ma la polizia non ha intentato alcuna accusa contro Oldman. Il rappresentante di Oldman ha detto nella dichiarazione:

I movimenti Time’s Up e Me Too sono critici e attesi da molto tempo. Nel caso di Gary Oldman, è l’unico che qualcuno sta cercando di imbrattare (usando questi importanti movimenti come scusa) chi a) è stato ripulito, b) ha avuto accuse fatte da un’ex moglie durante un’aspra battaglia di custodia, c ) aveva accuse fatte da qualcuno con gravi problemi di droga al momento, e d) aveva accuse fatte da qualcuno il cui precedente matrimonio si è concluso con gli stessi risultati. Sfortunatamente, le intenzioni cruciali e degne di questo movimento sono rivolte agli uomini che si sono resi colpevoli di aver abusato delle donne che sono state vittime reali e serie. È anche negativo quando una donna infernale con la volontaria intenzione di fare del male a qualcuno con false affermazioni usa questo movimento come copertura conveniente per favorire una vendetta personale. Spero sinceramente che il movimento, le pubblicazioni e i giornalisti prendano fiato per riconoscere la differenza e non lascino che la causa venga usata impropriamente come uno strumento di danno verso persone innocenti da parte di persone con cattive intenzioni.

Al momento non è disponibile una replica da parte di Fiorentino, che allo stesso modo, non ha identificato la seconda persona a cui fa riferimento della sua dichiarazione a TMZ.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE