Muccino Bova - Cinematographe.it

Raoul Bova e Rucio Munos Morales sono i protagonisti del cortometraggio diretto da Gabriele Muccino, volto a promuovere le bellezze della Calabria

In queste settimane si è parlato molto di Calabria e non solo perché la regione del sud Italia rappresenterà una delle mete preferite per migliaia di persone durante la calda stagione, ma anche per alcune polemiche legate ad uno spot infelice di una nota compagnia aerea. Sarà anche per questo che Gabriele Muccino ha scelto di dirigere Raoul Bova e sua moglie Rucio Munos Morales in un cortometraggio che punta proprio a promuovere la regione meridionale accendendo i riflettori sulle tante bellezze che la caratterizzano.

Il progetto è stato presentato nelle scorse ore a Corigliano Rossano, in provincia di Cosenza, dove hanno preso il via le riprese della pellicola finanziata dalla Regione Calabria. Ricordiamo che Raoul Bova è nato a Roma nel 1971 ma ha origini calabresi (il padre Giuseppe era di Roccella Jonica) e sarà proprio lui ad accompagnare la sua compagna di vita alla scoperta delle meraviglie calabresi, dallo Jonio al Tirreno.

Il regista de L’Ultimo Bacio ha commentato così il progetto da lui diretto:

Lui la conduce con amore nella sua terra. Nelle mie ambizioni vorrei fare innamorare in pochi minuti lo spettatore di questo luogo che nel suo variare ti coglie impreparato riuscendo a stupire in maniera profonda. E evidente che la Calabria abbia una galassia di sfumature sconosciute. Credo sia una regione che non si sia saputa raccontare abbastanza. Questo dispiace e fa venire una voglia di riscatto di cui mi faccio portavoce perché merita di essere visitata, scoperta e valorizzata.

Ricordiamo che l’ultimo film di Muccino, Gli anni più belli, tornerà nelle sale italiane a partire dal 15 luglio.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE