Franca Valeri - Cinematographe.it

Franca Valeri è morta a distanza di pochi giorni dal suo centesimo compleanno, dopo una straordinaria carriera tra cinema, teatro e televisione

Franca Valeri ha fatto giusto in tempo a vivere una prima metà dell’anno speciale, durante la quale è stata omaggiata con il David di Donatello e soprattutto ha spento ben cento candeline. Il 31 luglio l’Italia ha manifestato in ogni modo e attraverso qualsiasi mezzo di comunicazione l’amore e la stima nutrita nei confronti di un’artista straordinaria, capace nel corso della sua carriera di far ridere il grande pubblico ma anche di offrirgli perle di saggezza e analisi di una lucidità disarmante riguardanti ogni tema sociale. Una serie di speciali riproposti in tv hanno permesso anche alle nuove generazioni di comprenderne il genio e di capire da dove provenisse tutto quell’amore rivolto a questa donna tanto piccola fisicamente, quanto grande dal punto di vista umano e artistico.

Alma Franca Maria Norsa, questo il suo nome completo, ha dato vita a personaggi rimasti nel cuore di tutti, come la Signorina Snob e la sora Cecioni. Il cognome Valeri lo ha scelto intorno agli anni ’50, sotto suggerimento dell’amica Silvana Mauri che in quel periodo stava leggendo un libro del poeta Paul Valery. Una simpatia contagiosa che ha tenuto compagnia a milioni di italiani nel corso di un secolo nel quale non è mai venuto meno il bisogno di un po’ di intelligente leggerezza. Un amore per il proprio lavoro, dimostrato anche con la scelta di andare in scena finché la salute glielo ha permesso. Un simbolo per il cinema ed un esempio per tutte le donne, che mancherà tantissimo a tutti noi.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE