Florence Pugh tra le candidate per il ruolo di Madonna nel biopic sulla popstar

Insieme a lei, la rosa di possibili candidate sarebbe ristretta ad altri quattro nomi.

L’attrice conosciuta all’interno del Marvel Cinematic Universe potrebbe interpretare Madonna

Nel lontano settembre del 2020 aveva fatto clamore la notizia che Madonna avrebbe diretto il suo stesso biopic per la Universal Pictures su una sceneggiatura scritta dalla stessa cantante insieme a Diablo Cody. La domanda che quasi tutti i fan si sono posti da quel momento ha riguardato il nome dell’attrice che sarebbe stata chiamata a interpretare la protagonista. Grazie a un report del The Hollywood Report quella domanda potrebbe finalmente avere una risposta. Pare infatti che sia stata stilata una ristretta rosa di possibili candidate e tra queste figurerebbe anche Florence Pugh, che abbiamo conosciuto come Yelena Belova in Black Widow e nella serie TV Hawkeye. Ma non è la sola. Dovrebbero contenderle il ruolo di Madonna anche Julia Garner (Ozark), Alexa Demie (Euphoria), Odessa Young (The Stand) ed Emma Laird (Mayor of Kingstown).

Sempre secondo quanto racconta The Hollywood Report il processo di selezione e audizione delle candidate finaliste è stato “estenuante. Le attrici hanno infatti dovuto partecipare a sessioni di danza e canto insieme a Madonna stessa dalla durata di ben 11 ore. Una fonte interna ha sintetizzato perfettamente che cosa Madonna chiede alla sua interprete: “Devi essere in grado di fare tutto“. Del film si sa ancora pochissimo. Alcuni rumor hanno suggerito che possa terminare con “Blonde Ambition”, tour del 1990 che ha toccato anche l’Italia con le due date di Roma e di Milano.

In una recente dichiarazione Madonna ha individuato il focus del biopic: “Voglio raccontare l’incredibile viaggio che la vita mi ha fatto fare come artista, come musicista, come ballerina – come essere umano che tenta di trovare la propria strada in questo mondo. Il focus di questo film sarà sempre la musica. La musica mi ha permesso di andare avanti e l’arte mi ha tenuto in vita. Ci sono un sacco di storie mai svelate e in grado di ispirare e chi meglio di me per raccontarle? È fondamentale condividere le montagne russe che sono state la mia vita con la mia voce e con la mia visione“.

Articoli correlati