Filippo Scotti e la poesia recitata a Sanremo 2022: “La tastiera è un’arma, dovremmo essere gentili”

Filippo Scotti e Marco Mengoni a Sanremo 2022 hanno denunciato i "leoni da tastiera". Ecco la poesia recitata dall'attore di È stata la mano di Dio!

Il giovane attore Filippo Scotti – acclamato in È stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino – sul palco del Festival di Sanremo 2022, accanto al cantante Marco Mengoni, si è esibito in una lettura di alcuni tweet sulla kermesse. La lettura è iniziata gioiosa e scherzosa, per poi trasformarsi in un’escalation di odio viscerale vomitato sui social dai cosiddetti “leoni da tastiera”.

Filippo Scotti e il super ospite della gran finale Marco Mengoni hanno quindi denunciato tutta la cattiveria che scorre sul web, facendo capire al pubblico che anche la tastiera può diventare un’arma e che va usata con consapevolezza. Dopo aver letto, senza freno e senza censura, alcuni dei tweet più velenosi pubblicati dagli haters sulla nuova edizione del festival, il duo ha citato l’articolo 21 della Costituzione: “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero”. “Puoi dire quello che vuoi, ma c’è un limite a tutto. Devi rispettare gli altri, altrimenti non stai esercitando il diritto di parola. La tastiera è un’arma, dovremmo essere gentili” dicono insieme, alternandosi, rivolti verso il pubblico.

Poi il giovane talento Filippo Scotti conquista il palco dell’Ariston recitando una poesia di Franco Arminio – poeta, regista e paesologo irpino. Il brano scelto per la serata è Mettiti in vacanza ed è una poesia che invita le persone ad andare avanti, a guardare oltre: “A un certo punto devi capire che il dolore che hai subito non lo devi subire all’infinito. Mettiti in vacanza, la povera vita adulta non può pagare a oltranza i debiti dell’infanzia. Dichiara finite le tue colpe, scontata la pena. D’ora in poi ogni giornata sarà come prima ma dentro di te più netta e vera, più limpida e sincera. Tu devi solo la più grande dolcezza possibile a chi verrà e a chi andrà via. È festa nel tuo cuore, festeggia in qualche modo il cuore degli altri.”

Leggi anche È stata la mano di Dio e la scena di sesso tra Filippo Scotti e la “vecchia baronessa” Betty Pedrazzi: “un’azione di volontariato”

Articoli correlati