Torino Film Festival: Wild chiuderà la manifestazione

Definito “commovente” e “emozionante” dopo le presentazioni ai Festival di Toronto, Telluride e San Diego, Wild di Jean-Marc Vallèe (Dallas Buyers Club, tre Oscar) si appresta a soddisfare presto la curiosità del pubblico e della critica italiana essendo stato scelto come film di chiusura per il 32° Torino Film Festival (in programma dal 21 al 29 novembre) nell’ambito del quale sarà proiettato in anteprima sabato 29 novembre 2014. Prodotto e interpretato da Reese Witherspoon e sceneggiato da Nick Hornby, Wild racconta la storia vera di Cheryl Strayed, una vita passata tra droghe e amori sbagliati, che un giorno decise di buttarsi tutto alle spalle e di avventurarsi lungo il Pacific Crest Trail, il sentiero che va dal confine con il Messico a quello con il Canada.

Una scena del film "Wild"

Una scena del film “Wild”

Un flusso ininterrotto di ricordi si mescola alle difficoltà della Wilderness, nel montaggio allucinatorio orchestrato dal regista Jean-Marc Vallèe e sottolineato da brani dei R.E.M., Simon & Garfunkel, Bruce Springsteen, Leonard Cohen, Portished e Pat Metheny. Quello su cui il regista Vallèe veramente punta sono i flashback che a poco a poco raccontano i dolori e la perdizione di Cheryl. L’idea funzione molto bene, anzi spesso sono più interessanti le scene che illustrano la “back story” della donna che quelle riguardanti il suo percorso in mezzo alla natura. Anche perché proprio in questi momenti possiamo apprezzare attori di contorno bravissimi come: Thomas Sadoski nel ruolo dell’ex marito di Cheryl e Laura Dern, una madre tanto solare quanto dolorosa.

Articoli correlati