Conclusa la festa si tirano le somme – I numeri del Roma FF10

Da leggere

Cannes 2021: il film d’apertura sarà Annette, con Marion Cotillard e Adam Driver

Il Festival di Cannes di quest'anno si aprirà con il film musicale di Leos Carax Annette La 74a edizione del...

Narciso nero: recensione della miniserie Star su Disney+

Sorella Clodagh (Gemma Arterton) è incaricata di fondare un nuovo convento ai confini dell'Himalaya, un compito difficile se si...

La unidad: recensione dei primi episodi della serie spagnola

L'11 marzo del 2004, a Madrid, sono morte 193 persone nel più grande attacco terroristico mai compiuto in Spagna...

Da tessitura a ribaltamento. Piera Detassis, Presidente della Fondazione Cinema per Roma apre la conferenza stampa di chiusura della 10. Festa del Cinema di Roma, soddisfatta per aver portato la settima arte in giro per la città e aver creato un circuito operativo che coinvolge più istituzioni e manifestazioni nell’arco dell’anno.

Conclusa la festa si tirano le somme – I numeri del Roma FF10

“Fondazione è riuscita a diventare un soggetto che lavora su Roma durante tutto l’anno, creando un filo rosso tra le istituzioni del cinema in quella che è la culla stessa del cinema”. Sottolineando la grande qualità dei film in programma e gli straordinari risultati del MIA | Mercato Internazionale dell’Audiovisivo, la Detassis ha citato ad alcuni progetti futuri: Fiction Fest, L’ora di cinema in collaborazione con Alice nella Città e la supervisione di Mario Sesti, il Premio Virna Lisi e nuovi appuntamenti per il Roma City Fest.

La parola è poi passata a Lucio Argano, direttore generale della Festa, a cui è spettato l’onere di dare i numeri, attesi e temuti. 53 film in cartellone per 24 paesi diversi; 4.415 accreditati, con una fetta importante rivolta al MIA; circa 35.000 biglietti venduti e 13.000 ingressi gratuiti. Il dato più importante riguarda l’incasso, che sembra essere in pari e non in rosso come ipotizzato vedendo l’Auditorium Parco della Musica semi deserto. L’incasso complessivo è di 215.000€ con un -21% di venduto rispetto allo scorso anno.

Ha chiuso l’intervento il direttore artistico Antonio Monda (confermato fino al 2017), appagato e compiaciuto per i complimenti ricevuti, tutti rivolti alla qualità dei film selezionati per la Festa. Da Room a Carol, da Office a The Walk, titoli popolari e più commerciali rispetto al triennio di Marco Muller, dove il cinema orientale la faceva da padrone e le major americane erano messe da un po’ in disparte.

Leggete tutte le recensioni e le news dal Roma FF10

Monda è riuscito a costruire un grande programma, pur avendo a disposizione un budget limitato (poco meno di 4.000.000€) rispetto alle precedenti edizioni, ma il suo atteggiamento tanto arrogante quanto presuntuoso mette il merito in secondo piano. Da parte della stampa tanti suggerimenti e proposte per il prossimo anno, primo tra tutti rendere la Festa una vera festa, con red carpet e talents, con più elasticità e incontri trasmessi anche in differita in altre sale.
La 10. Festa del Cinema di Roma si è svolta all’insegna della qualità, è vero. Peccato che il “party” non abbia avuto un clima gioioso come meritava. “Una festa senza coriandoli”, come piace a Monda, ma come non piace agli spettatori. Per il momento sono state confermate le date per il prossimo anno. La 11. Festa del Cinema di Roma si svolgerà dal 13 al 22 ottobre 2016, forse con un giorno in più.

Ultime notizie

Cannes 2021: il film d’apertura sarà Annette, con Marion Cotillard e Adam Driver

Il Festival di Cannes di quest'anno si aprirà con il film musicale di Leos Carax Annette La 74a edizione del...

Articoli correlati