Dunkirk: il film di Christopher Nolan proiettato al Festival di Toronto

Il film proiettato in IMAX 70mm presso il teatro Ontario Place Cinesphere, primo cinema IMAX permanente al mondo

Il Festival Internazionale del Film di Toronto è il tipico luogo per mostrare film in arrivo e papabili di ricevere premi internazionali, ma il Festival ha appena aggiunto un film già esistente destinato a riscuotere molti premi, Dunkirk di Christopher Nolan.

Il film epico, in arrivo nelle sale cinematografiche il 31 agosto e immediatamente diventato parte della conversazione sui premi, sarà proiettato in IMAX 70mm domenica 10 settembre presso il teatro Ontario Place Cinesphere, il primo cinema IMAX permanente al mondo. Il Cinesphere è stato chiuso negli ultimi anni, ma è stato recentemente restaurato e dovrà riaprire presto. La proiezione di Dunkirk sarà seguita da una conversazione tra Nolan e il direttore artistico del TIFF Cameron Bailey e celebrerà il 50 ° anniversario della IMAX Corporation.

Dopo aver solcato praticamente ogni terreno cinematografico con risultati sempre degni di nota, Christopher Nolan approda nel genere del war movie con Dunkirk, cercando come sempre di lasciare il segno con il suo stile impareggiabile. Il presupposto iniziale è che il war movie è forse uno dei generi cinematografici più inflazionati di sempre, talmente ricco di testimonianze e di sfaccettature che era molto complesso trovare un’argomentazione notevole da portare al cinema, passandola sotto un’ipotetica lente d’ingrandimento.

Nolan è sempre stato spavaldo nell’affrontare i generi cinematografici, sebbene sia stato sempre appoggiato da grandi budget, il regista di Interstellar non ha (quasi) mai fallito il suo obiettivo, portando a termine opere di un ingegno non comune, complesse e quanto meno uniche nel loro genere. La dialettica nei suoi film si è sempre ben contrapposta allo straordinario uso della macchina da presa, a una fotografia viva, fulgida e a un sonoro sempre magnificamente presente in ogni battito di ciglio dei protagonisti. CONTINUA A LEGGERE LA NOSTRA RECENSIONE

Articoli correlati