Diario dal RomaFF9. Spagnoli racconta Lucherini

Da leggere

Regé-Jean Page sarà il protagonista del reboot del film The Saint

Regé-Jean Page ha un nuovo ruolo come protagonista nel reboot di The Saint. Regé-Jean Page reciterà e produrrà il reboot...

Black Panther 2: un primo sguardo a sorpresa al sequel Marvel [VIDEO]

Un nuovo video che mostra il set di Black Panther 2: Wakanda Forever rivela un luogo familiare in fase...

American Horror Story 10: il trailer rivela una storia con vampiri e alieni

Il trailer di American Horror Story 10: Double Feature rivela che la nuova serie si dividerà in due storie...  American...

Ultimi giorni di anteprime e incontri. Si stanno pian piano spegnendo le luci sul RomaFF9. Sabato 25 Ottobre, per le ore 19 è prevista la Cerimonia di Chiusura con la consegna dei Premi. Qualche pronostico vuole in testa Still Alice e Trash. Intanto oggi sul tappeto rosso ha sfilato tanto cinema italiano. Questa mattina è stato presentato il film di Claudio Noce dal titolo La foresta di ghiaccio e nel pomeriggio è arrivato il press agent per eccellenza, colui che ha costruito la sua carriera e la fama di tanti personaggi attraverso “bugie” che hanno fatto notizia, Enrico Lucherini.

La foresta di ghiaccio, prodotto da Fandango, è un thriller italiano ambientato al confine con la Slovenia, nella terra di nessuno. La vicenda si svolge in un paesino grigio e freddo, in cui dietro una calma apparente si nasconde un terribile mistero. Ad investigare su quanto avviene lungo la diga è una poliziotta slovena. La donna ha il presentimento che qualcosa non vada nel verso giusto, ma non riesce a mettere insieme i pezzi. Dietro il ghiaccio e dietro la foresta si nasconde la vendita di persone, uomini e donne, immigrati. Persone che vengono private della propria dignità e scambiate come fossero oggetti. Un film che nessuno si aspettava. Molto lineare e, se pur qualche volta retorico, tratta un argomento a noi conosciuto ma in modo diverso e distante dai classici schemi.

Enrico-Lucherini-Ne-ho-fatte-di-tutti-i-colori-foto

I riflettori, però, sono stati puntati su Enrico Lucherini. Uno degli appuntamenti più attesi di questo Festival. Il press agent è stato ospite di questa Festa perché protagonista del docu-film Ne ho fatte di tutti i colori firmato dal giornalista e regista Marco Spagnoli. Solo un mese fa il regista ha presentato a Venezia71 il documentario omaggio a Sophia Loren, dal titolo Sophia racconta la Loren. Spagnoli ha dimostrato di amare talmente tanto il mondo del cinema da non volerne più solo scriverne. Con i suoi documentari sta raccontando questo universo così magico e divertente. Questa volta ha scelto di farlo attraverso una persona che ha contribuito a fare grande il nostro cinema. Il successo de La dolce vita e Il Gattopardo, infatti, si devono a Enrico Lucherini. Stessa cosa vale per diversi attori e registi che ha reso famosi e li ha seguiti come un padre fa con i propri figli.

Spagnoli racconta Lucherini e lo fa attraverso le sue parole e qualche immagine di archivio. Il ritratto di un uomo non come tanti, che ha vissuto di e per il cinema, il suo più grande amore. Enrico Lucherini ne ha fatte di tutti i colori durante la sua importante carriera e nel documentario è lui stesso a parlarne, mostrando il suo lato ironico e burbero. Il film andrà in onda in esclusiva il 31 Ottobre 2014 alle 21.00 su Sky Arte.

E tutti pronti per domani. Arriva al Festival Internazionale del Film di Roma Kevin Costner per presentare Black and White.

Articolo precedenteVizio di forma: poster e data di uscita
Articolo successivoBiagio: recensione

Ultime notizie

Regé-Jean Page sarà il protagonista del reboot del film The Saint

Regé-Jean Page ha un nuovo ruolo come protagonista nel reboot di The Saint. Regé-Jean Page reciterà e produrrà il reboot...

Articoli correlati