Festival del cinema russo contemporaneo cinematographe.it
Scopri il nostro Shop Online

Si terrà a Firenze la 1° edizione del Festival del cinema russo contemporaneo, che avrà luogo dal 16 al 18 febbraio presso il cinema La Compagnia, proposta dal Festival N.I.C.E.

In questa 1° edizione del Festival del cinema russo contemporaneo saranno proposti 7 film rappresentativi riconosciuti sia in Russia che al livello internazionale. Ad aprire l’evento, il 16 febbraio alle 16:30 saranno proiettato i corti del concorso video Filmare L’Alterità, e del concorso di immagini migranti nel paesaggio urbano fiorentino. Coinvolti nelle riprese sono stati stranieri al di sotto dei 35 anni.

Leggi anche: Festival del Cinema Africano: i primi dettagli dell’edizione 2019

Alle 21:30 di domenica 17 febbraio sarà proposto Bol’šoj, diretto da Valerij
Todorovskij. La pellicola ha riscosso un ottimo successo sia in patria che fuori e racconta la storia di una giovane e talentuosa ballerina russa, che deve andare incontro a vari sacrifici per inseguire il suo sogno, dal punto di vista famigliare, sentimentale e sociale.

Festival del cinema russo contemporaneo cinematographe.it

A chiudere il festival invece troviamo Il viaggio di Vita detto «Aglio» per
accompagnare Lekha detto «Ganghero» all’ospizio, per la regia di Aleksandr Chant, alle 21:30 del 18 febbraio. Si tratta di un road movie che rappresenta in chiave “pulp” il rapporto conflittuale tra padri e figli, ambientato in un paese di provincia russa.

Durante la 1° edizione del Festival del cinema russo contemporaneo, arrivano a Firenze diversi ospiti. Ci sarà il direttore generale del Fondo federale per il supporto
sociale ed economico alla cinematografia russa, Vjačeslav Tel’nov; la presidente del Centro dei festival cinematografici e dei programmi internazionali, nonché Ufficiale dell’ordine al merito della Repubblica Italiana e membro onorario dell’Accademia russa delle Arti,  Tat’jana Šhumova. Vedremo ospiti anche i registi Oleg Trofilm a presentare il suo nuovo film, Ghiaccio, e Aleksandra Streljanaja, che porta il film La rete. Questi nomi di lustro saranno presenti durante la serata del 16 febbraio insieme a rappresentanti della Regione Toscana e del Comune di Firenze.