Fast and Furious gira a Los Angeles e gli abitanti protestano: “promuove le corse clandestine”

I residenti hanno in programma di organizzare una grande protesta contro le acrobazie automobilistiche girate in un celebre quartiere di Los Angeles.

Alcuni abitanti di Los Angeles hanno in programma di fare grandi proteste contro le riprese del prossimo capitolo della saga Fast and Furious, Fast X, dopo essersi stancati dell’attenzione che il franchise ha portato al loro quartiere. Dal debutto di Fast & Furious nel 2001 centinaia di fan della saga guidata dal Dominic Toretto di Vin Diesel si sono riversati ad Angelino Heights per visitare Bob’s Market, il negozio di proprietà della famiglia di Toretto, nonché l’affascinante casa vittoriana in cui vive il personaggio. Tuttavia, il luogo è diventato anche un posto in cui gli appassionati, quasi ogni notte, prendono il controllo delle strade per sfrecciare con le loro auto.

Variety ha parlato con più residenti del celebre quartiere di LA, i quali hanno chiarito che non sono le riprese del film a dare problemi, ma piuttosto i pericoli che il franchise ha portato alla loro comunità. La gente del posto ha recentemente ricevuto da FilmLA, l’organizzazione preposta all’ottenimento dei permessi per le riprese, la comunicazione che la produzione di Fast X inizierà venerdì 26 agosto davanti alla casa di Toretto con “attività simulata dei servizi di emergenza, fotografia aerea, spargimento di liquidi su strada e fumo atmosferico”.

La comunità di Angelino Heights afferma che i film di Fast and Furious promuovono pericolose corse su strada

Fast and Furious - Cinematographe.it

Variety ha ottenuto un’e-mail di un residente, scritta al Consiglio comunale di Los Angeles, in cui si legge: “Se le riprese di questo film si terranno ad Angelino Heights organizzeremo un’enorme protesta e inviteremo molti giornalisti e telecamere di cronaca a filmarci mentre protestiamo contro le riprese di questo film, giorno e notte. Terremo questa protesta per onorare le 178 persone che sono state uccise dai pirati della strada a Los Angeles e per far vergognare la Universal per il loro insensibile menefreghismo verso questa piaga mortale che i loro film hanno iniziato e continuano a promuovere.

Leggi anche Fast X: Jason Momoa parla del suo villain “androgino e con daddy issues”

Tuttavia, non tutti i residenti sono contrari alle riprese. Un’abitante del quartiere dove avvengono le riprese ha affermato che, in passato, la Universal ha fornito a lei e a molti altri residenti stipendi per ripagarli del disturbo. E ha detto che sono già stati promessi compensi per le riprese imminenti. “Non voglio che le riprese cessino, voglio dire, è una delle cose economiche più importanti che abbiamo a Los Angeles. È solo che il proprietario della location deve essere sicuro che le persone della location siano veramente responsabili nei confronti del quartiere.”

Articoli correlati