Escape Plan 2: il sequel con Sylvester Stallone sarà una co-produzione Cina/USA

Sylvester Stallone tornerà in Escape Plan 2 e mentre Arnold Schwarzenegger è in trattative per riunirsi al collega, sappiamo ora che il sequel sarà una co-produzione con la Cina.

Il secondo capitolo, come riporta The Hollywood Reporter, sarà infatti una collaborazione fra Emmett/Furla/Oasis e la Leomus Pictures con base a Pechino.

Oltre a Sylvester Stallone, che interpreterà nuovamente il ruolo di uno specialista in carceri di massima sicurezza, rimarrà a bordo anche Miles Chapman, sceneggiatore del film originale. Nulla si sa invece riguardo il possibile coinvolgimento del regista Mikael Håfström.

Escape Plan 2: il sequel con Sylvester Stallone sarà una co-produzione Cina/USA

La mossa di questa co-produzione è piuttosto scaltra. Quando uscì nel 2013, Escape Plan guadagnò in tutto 137 milioni di dollari e ben 40,9 milioni di tale cifra arrivò proprio dal botteghino cinese, ben più dei 25 milioni incassati in Nord America.

Un rappresentante della Leomus ha dichiarato inoltre che, in vista di tale collaborazione, la storia di Escape Plan 2 potrebbe contenere alcuni elementi legati alla Cina per aumentarne la risonanza.

La Leomus è famosa per la distribuzione di titoli statunitensi di grande successo su suolo cinese. La compagnia, che ha firmato un accordo con la Lionsgate, oltre ad aver portato nella nazione asiatica i due Now You See Me (dove il secondo capitolo ha incassato ben 97 milioni di dollari, rendendolo il totale più grande di sempre su quel territorio) realizzerà proprio assieme alla compagnia americana uno spin-off cinese del franchise sui ladri illusionisti.

Articoli correlati