Ennio Morricone e il suo necrologio: “A mia moglie Maria il più doloroso addio”

Il compositore Ennio Morricone si è voluto scrivere da solo il necrologio, che domani verrà pubblicato su tutti i quotidiani col titolo "Ennio Morricone sono morto".

Da leggere

Sex Education: Gillian Anderson spera che i figli non guardino mai la serie

Gillian Anderson di Sex Education di Netflix non vuole che i figli guardino la celebre serie, ecco perché! Gillian Anderson...

Dangerous Old People: recensione della docuserie Sky

Dangerous Old People, nuova docuserie Sky nata da un concept di Roberto Saviano con la produzione di Indigo Film...

Chris Pratt sarà Super Mario: “Un sogno che diventa realtà”

Ecco come Chris Pratt ha deciso di festeggiare il suo prossimo ruolo: Super Mario! La star di Hollywood Chris Pratt...

Ecco il toccante necrologio che Ennio Morricone si è scritto da solo. I funerali saranno privati per “non disturbare” 

Il compositore Ennio Morricone, scomparso ieri all’età di 91 anni, si è voluto scrivere da solo il necrologio, che domani verrà pubblicato su tutti i quotidiani col titolo “Ennio Morricone sono morto”. Un testo struggente, che lo diventa sempre qui e che raggiunge il culmine quando saluta la moglie Maria, sempre al suo fianco. Ricordiamo ancora con le lacrime agli occhi quando il Maestro ha dedicato il suo primo premio Oscar vinto – per la colonna sonora di The Hateful Eight – alla moglie.

Leggi anche: Le 10 colonne sonore più belle del compositore premio Oscar

Ecco il testo completo del necrologio di Ennio Morricone:

ENNIO MORRICONE è morto. Lo annuncio così a tutti gli amici che mi sono stati sempre vicino e anche a quelli un po’ lontani che saluto con grande affetto. Impossibile nominarli tutti. Ma un ricordo particolare è per Peppuccio e Roberta, amici fraterni molto presenti in questi ultimi anni della nostra vita. C’è una sola ragione che mi spinge a salutare tutti così e ad avere un funerale in forma privata: non voglio disturbare. Saluto con tanto affetto Ines, Laura, Sara, Enzo e Norbert, per aver condiviso con me e la mia famiglia gran parte della mia vita. Voglio ricordare con amore le mie sorelle Adriana, Maria, Franca e i loro cari e far sapere loro quanto gli ho voluto bene. Un saluto pieno, intenso e profondo ai miei figli Marco, Alessandra, Andrea, Giovanni, mia nuora Monica, e ai miei nipoti Francesca, Valentina, Francesco e Luca. Spero che comprendano quanto li ho amati. Per ultima Maria (ma non ultima). A lei rinnovo l’amore straordinario che ci ha tenuto insieme e che mi dispiace abbandonare. A Lei il più doloroso addio. 

ViaAnsa

Ultime notizie

Sex Education: Gillian Anderson spera che i figli non guardino mai la serie

Gillian Anderson di Sex Education di Netflix non vuole che i figli guardino la celebre serie, ecco perché! Gillian Anderson...

Articoli correlati