Elijah Wood ha svelato qual è il suo film preferito de Il Signore degli Anelli

L'attore, che nei lungometraggi di Peter Jackson ha ricoperto il ruolo di Frodo, ha fatto questa importante e curiosa rivelazione.

Da leggere

Edoardo Falcone su Io sono Babbo Natale: “di Gigi Proietti ho solo ricordi belli” [VIDEO]

Babbo Natale come archetipo dell'uomo evoluto. Così ce lo racconta Edoardo Falcone (Se Dio vuole, Questione di Karma), regista...

Lutto nel mondo del cinema: si è spento Leslie Bricusse, l’autore delle musiche di Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato

Durante la sua lunga carriera, Leslie Bricusse ha lavorato a numerosi film come compositore, paroliere e sceneggiatore Apprendiamo da ComicBook.com...

Andrea Delogu e la sua nuova fiamma dopo la separazione da Francesco Montanari: si tratta di un affascinante modello [FOTO]

Il cuore di Andrea Delogu torna a battere: dalle immagini emerge una forte complicità Andrea Delogu in love. Again. Dopo...

Block title

Elijah Wood ha debuttato su schermo con Ritorno al futuro – Parte 2 

Elijah Wood, nonostante sia noto principalmente al pubblico per la sua indimenticabile interpretazione di Frodo Baggins all’interno della trilogia filmica de Il Signore degli Anelli di Peter Jackson (Sospesi nel tempo, King Kong), ha una carriera alle spalle di tutto rispetto, iniziata nel lontano 1989 con Ritorno al Futuro – Parte 2 di Robert Zemeckis, dove ha interpretato un piccolo ruolo, per poi apparire in tantissimi titoli tra cinema e serie televisive, dimostrando uno spiccato talento artistico, prestato sia alle grandi che alle piccole produzioni. Ebbene, a prescindere da ciò, l’attore, nel corso degli anni, torna sempre a parlare dell’esperienza avuta sul set dei tre lungometraggi de Il Signore degli Anelli.

il signore degli anelli - stasera in tv, cinematographe.it

In particolare, durante una recente intervista per ReelBlend Podcast (condivisa da Just Jared), Elijah Wood ha raccontato qual è il suo film preferito della saga fantasy ispirata all’omonimo libro di J. R. R. Tolkien. L’artista è affezionato al primo titolo in particolare, che occupa un posto speciale nel suo cuore. L’attore ha spiegato che l’elemento più importante che lo fa protendere per questa scelta è la forza del gruppo che ha avvertito sul set e che è una delle caratteristiche fondamentali della pellicola.

La sensazione di girare La Compagnia dell’anello è stata sempre straordinaria a causa di quella dinamica di gruppo. In particolare, per me, è stato passare del tempo con i quattro Hobbit come unità, il che è stato così adorabile, ed eravamo tutti così vicini. Stare con Viggo (Mortensen) e Sean Bean e Orlando (Bloom), avere l’intera unità e lavorare insieme su alcune di quelle sequenze è stato sempre emozionante, la maggior parte delle sequenze del film sono state girate in precedenza, quindi c’era una certa coesione tra noi. Anche io, come te, condivido un amore specifico per La Compagnia dell’Anello, come film. C’è qualcosa in quell’amicizia, la connessione che condividono, la coesione di quel viaggio, l’inizio di quel viaggio che poi si scheggia e diventa così tante cose diverse da Le due torri in poi – e adoro anche quei film. Sono incredibili, dinamici e super emotivi.

Chiaramente, come ha sottolineato Elijah Wood, stiamo parlando di tre lungometraggi davvero spettacolari che hanno fatto la storia del cinema, quindi è difficile effettivamente sceglierne uno, ma comprendiamo perfettamente come mai l’artista ha voluto selezionare proprio il capitolo iniziale del franchise. Se ci pensate, la costruzione del gruppo e l’inizio del viaggio è uno degli elementi più nostalgici e più iconici della trilogia e giustamente queste caratteristiche hanno emozionato profondamente l’interprete.

Leggi anche Toxic Avenger: nel cast del reboot anche Julia Davis ed Elijah Wood

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Ultime notizie

Edoardo Falcone su Io sono Babbo Natale: “di Gigi Proietti ho solo ricordi belli” [VIDEO]

Babbo Natale come archetipo dell'uomo evoluto. Così ce lo racconta Edoardo Falcone (Se Dio vuole, Questione di Karma), regista...

Articoli correlati