Dune è stato rinviato di nuovo insieme a The Many Saints of Newark

Cry Macho, il nuovo film di Clint Eastwood, arriverà invece in anticipo

Da leggere

Chi è Nick Robinson? Biografia, carriera e vita privata dell’affascinante e ambiguo Sean della serie Netflix Maid

In Maid emana un fascino oscuro, ma lontano dal set sembra proprio un principe azzurro. Ecco chi è Nick...

Stasera in TV: tra i film da vedere anche The Hunt

Se non sapete cosa vedere stasera in TV, lasciate che sia la guida tv di Cinematographe.it a consigliarvi alcuni...

The Challenge: tornato sulla terra il cast del primo film girato nello spazio

Sono terminati i lavori sulla stazione spaziale internazionale che si è trasformata nel primo set nello spazio per il...

Block title

Dune ha incontrato un nuovo ritardo sulla tabella di marcia

Dune, il nuovo film fantascientifico diretto da Denis Villeneuve (Blade Runner 2049, Arrival) ispirato al primo libro della saga letteraria omonima di Frank Herbert, fin dall’inizio della pandemia ha incontrato diversi ritardi sulla tabella di marcia. Nonostante Warner Bros. abbia deciso di adottare, per i titoli del 2021, un doppio rilascio nelle sale e in streaming su HBO Max, il kolossal è comunque stato concepito per essere ovviamente proiettato nei cinema e per tale motivo il pubblico ha sempre avuto il desiderio di vederlo in questo formato. Dopo mesi di rinvii, il lungometraggio sembrava aver trovato una stabilità, con una data di rilascio prevista per il 1° ottobre e un’anteprima speciale al Festival di Venezia il 3 settembre, ma purtroppo nelle ultime ore ci sono state delle novità negative.

Dune cinematographe.it

Come riportato dall’autorevole Variety, infatti, Warner Bros. ha cambiato il giorno di arrivo di tre pellicole appartenenti al suo catalogo: Dune, la cui data di uscita slitta di 3 settimane, dal 1° ottobre al 22 dello stesso mese; The Many Saints of Newark, il prequel della serie I Soprano che arriverà il 1° ottobre mentre era previsto per 24 settembre ed infine Cry Macho, il nuovo film di Clint Eastwood che è stato invece anticipato al 17 settembre invece che al 22 ottobre. Non è ancora chiaro se questo cambio di piani riguarderà solo gli Stati Uniti, ma è lecito pensare che ci saranno variazioni anche negli altri mercati, considerando che le date americane solitamente trascinano le altre.

I film in questione sono una tripletta di tutto rispetto del parco titoli di WB ed ancora sono ignote le cause di questi spostamenti improvvisi. Ci auguriamo, ovviamente, che non ci siano ulteriori variazioni sulla tabella di marcia, affinché il pubblico possa godersi senza pensieri l’arrivo di questi interessanti lungometraggi.

Leggi anche – Dune al Festival di Venezia 2021: confermata l’anteprima mondiale del film

SourceVariety

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Ultime notizie

Chi è Nick Robinson? Biografia, carriera e vita privata dell’affascinante e ambiguo Sean della serie Netflix Maid

In Maid emana un fascino oscuro, ma lontano dal set sembra proprio un principe azzurro. Ecco chi è Nick...

Articoli correlati