Deadpool: Stan Lee commenta il suo cameo nell’ultimo film Marvel

Se avete visto Deadpool sapete bene che Stan Lee ha fatto un cameo, come di consueto fa in tutti i fiilm della Marvel. Ma l’attuale editore di Marvel Comics ha rivelato alla celebrazione del duecentesimo episodio di The Big Bang Theory che cha avuto un piccolo problema per quanto riguarda il cameo dell’ultimo film sull’irriverente antieroe!

Deadpool: Stan Lee commenta così il suo cameo nel film Marvel:

“Vorrei aver trascorso più tempo negli strip club” – ha detto Stan Lee – “Sono entrato e uscito troppo in fretta”.
Stan Lee ha aggiunto che, mentre può essere di copertura alcune delle sue apparizioni convenzione, che è ancora in su per più cammei di film.
“Se si tratta di un film Marvel, io sono lì per questo,” ha detto. “Ogni volta che un nuovo film viene fuori, spero che ci sarà un posto per me. Ho tanta voglia di apparire anche solo per poco e i fan sembrano divertiti nel vedermi. Anzi, voglio rivelarti un segreto: il motivo per cui i film incassano così tanto al box office è il mio cameo. Metti che un tizio sta baciando la sua ragazza o si abbassa per prendere dei popcorn ed ecco che si perde il mio cameo. Finito il film allora dicono ‘Mio Dio, abbiamo perso cameo di Stan!’ Così che cosa fanno? Corrono al botteghino e comprare due biglietti per vedere di nuovo il film. È per questo che i film vanno così bene, grazie a me!”

Deadpool: una soundtrack sfrenata e pulsante

Forse starete pensando che un approfondimento sulla colonna sonora di Deadpool sia superfluo, visto che l’epicità del film fa passare sicuramente in secondo piano l’ascolto e l’interazione della musica con le immagini e con lo spettatore stesso. Può sembrare così, infatti, ma vale la pena sottolineare che Tom Holkenborg (Junkie XL) sta compiendo dei passi da gigante nel mondo della musica per immagini e anche per Deadpool ha realizzato un lavoro incredibile, anche se la natura del film ci porta a prestargli poca attenzione. La colonna sonora di Holkenborg è possente, pulsante e cangiante, mentre le canzoni disseminate nel corso del film, soprattutto con quel gusto da anni ’80 – ma anche quelle attuali –contribuiscono alla vena irriverente, a partire proprio da “Angel of the morning” di Juice Newtonche accompagna gli splendidi titoli di testa…. CONTINUA A LEGGERE E ASCOLTA LA SOUNDTRACK DI DEADPOOL

Articoli correlati