Deadpool 2: Rhett Reese e Paul Wernick parlano dei cameo degli X-Men

In un intervista rilasciata a Collider, gli sceneggiatori di Deadpool 2, Rhett Reese e Paul Wernick, hanno discusso la loro filosofia riguardo alle apparizioni dei personaggi degli X-Men, ora che il mercenario chiacchierone ha dimostrato di essere un prezioso membro della serie.

In seguito al successo commerciale e di critica di Deadpool, i fan sono in trepidante attesa di Deadpool 2 e del ritorno del mercenario chiacchierone. Quando è stato chiesto agli sceneggiatori se il successo del primo film aveva sollevato alcune limitazioni riguardo la scelta dei personaggi degli X-Men per il sequel, Rhett Reese e Paul Wernick hanno spiegato i benefici ottenuti dall’utilizzo di personaggi meno noti al grande pubblico

Deadpool 2: Rhett Reese e Paul Wernick parlano dei cameo degli X-Men

“E’ troppo liberatorio? Perchè non si può pretendere una Ferrari in Deadpool, a meno che non abbia un preciso scopo, nel senso cioè che Deadpool è un personaggio grintoso, sporco e “piccolo”, circondato da personaggi poco familiari. SI tratta di un perdente a cui è facile affezionarsi. Non fa parte necessariamente della serie A dei supereroi”

Certamente il team di sceneggiatori non ha completamente chiuso la porta nei confronti di una possibile apparizione di uno degli X-Men più importanti

“Il cameo occasionale di un personaggio di serie A potrebbe essere molto divertemente e/o drammatico. Così cerchiamo di fare attenzione a questo genere di cose, ma non vogliamo introdurre personaggi in Deadpool 2 solo perchè ne abbiamo la facoltà”

I fan si aspettano almeno il ritorno di personaggi come Colosso e Testata Mutante Negasonica, in aggiunta all’inclusione del personaggio di Cable, che però non ha ancora un interprete.

Diretto da David Leitch, Deapool 2 avrà ancora come protagonista Ryan Reynolds e uscirà negli Stati Uniti il 2 marzo 2018.

Articoli correlati