David Lynch a Cannes 2022? Si accende la speranza per un nuovo film

Da giorni si vocifera che il film-maker di Missuola tornerà sul grande schermo e delle fonti attendibili sembrano confermarlo.

David Lynch è uno dei cineasti più folli e apprezzati dell’attuale panorama cinematografico: creatore dell’opera cult I segreti di Twin Peaks, tra le pietre miliari della serialità e ideatore di progetti disturbanti e allucinatori come Mulholland Drive (2001), Inland Empire (2006), Cuore selvaggio (1990), Velluto blu (1986) e molti altri, è sicuramente una voce autorevole della settima arte, un’artista a tutto tondo che sembra stia per tornare ad essere acclamato sul grande schermo. Qualche tempo fa, sbirciando su alcune note di produzione, alcuni siti avevano ipotizzato (con tante prove a carico) che il film-maker di Missoula stesse lavorando ad una serie Netflix nome in codice Wisteria.

David Lynch

Mentre sembra che tale progetto di David Lynch sia stato accantonato a causa del coronavirus, si accende comunque la speranza per vedere una sua nuova creatura su schermo. Da giorni si era diffusa la voce che, a Cannes 2022 (che si terrà dal 17 al 28 maggio), l’autore americano sarebbe stato presente con un lungometraggio inedito e mentre attendiamo la potenziale ufficialità questo giovedì, Variety sembra non avere dubbi. Delle fonti vicine alla rivista, infatti, affermano che durante la kermesse francese non solo sarà presente un film di Lynch, ma che sarà un progetto stand-alone collegato proprio a Wisteria, con Laura Dern a fare un cameo o impegnata in un ruolo di supporto e il resto del cast composto da attori regolari della sua filmografia. Se tale informazione fosse vera, fino ad ora non sarebbe stato trapelato niente della realizzazione, tranne qualche ipotesi della sua presentazione a Cannes risalente a qualche giorno fa.

Realisticamente parlando, nonostante non abbiamo l’effettiva certezza di questo straordinario dettaglio, siamo speranzosi del fatto che una testata autorevole come Variety ci abbia visto giusto, sancendo così il ritorno di David Lynch sul grande schermo dopo il controverso Inland Empire, uscito ben 16 anni fa.

Leggi anche David Lynch condanna Putin: “Tutta questa morte ti si ritorcerà contro”

Articoli correlati