Clint Eastwood per il biopic sul pilota che “atterrò” nell’Hudson

Il periodo d’oro per Clint Eastwood pare che non tramonti proprio mai. Dopo aver fatto appassionare e discutere tutto il mondo per American Sniper, il film con protagonista Bradley Cooper che ha registrato  sei nomination agli Oscar ed incassi stratosferici , Eastwood festeggia i suoi 85 anni mettendosi alla regia di un nuovo biopic. Il film in questione si chiamerà Miracle of the Hudson e parlerà del pilota americano Chesley “Sully” Sullenberger che nel gennaio del 2009, con una manovra di emergenza, fece atterrare il volo della U.S. Airways 1549 nel fiume Hudson, salvando tutte le persone che erano a bordo. Eastwood dirigerà il film per la Warner Bros. ed esso sarà basato sull’autobiografia di Sullenberger Highest Duty: My Search for What Really Matter, del 2010.

sullenberger

Lo stesso pilota si dice entusiasta per la realizzazione di questo progetto:

 Sono molto contento che la mia storia sia nelle mani di un narratore e regista come Clint Eastwood e dei veterani produttori Allyn Stewart e Frank Marshall. Il progetto non poteva trovare una casa migliore della Warner Bros. Pictures. Questo è davvero un dream team.

Oltre alla regia, Eastwood sarà impegnato anche come produttore del film, insieme a Tim Moore, per la Malpaso Productions, a fianco a Marshall e Stewart della Flashlight Films. Todd Komarnicki è a capo della sceneggiatura, tratta dalle memorie del pilota, scritte insieme a Jeffrey Zaslow, morto in un incidente stradale nel 2012. Non è chiaro ancora chi potrebbe entrare nel cast del film, ma Harrison Ford potrebbe essere papabile per la parte del protagonista, data la sua esperienza nell’aviazione (e gli atterraggi di emergenza) e per aver presentato per primo Sullenberger a Marshall.

Fonte: The Hollywood Reporter

Articoli correlati