Chi è questo bambino? Ha il sangue caliente, ha amato segretamente un amico e ha conquistato il titolo di attore più sexy

Lo avete riconosciuto questo bambino? In tv appare spesso!

Il quotidiano 20 minutos lo ha proclamato nel 2011 attore spagnolo più sexy. Nelle sue vene scorre sangue caliente ed è principalmente celebre per aver preso parte a serie tv molto seguite. Ecco chi è Mario Casas e quali sono stati i traguardi più importanti da lui tagliati nel corso della carriera.

Mario Casas: l’attore più sexy di Spagna nel 2011

Mario Casas da piccolo

Mario Casas nasce il 12 giugno 1986, sotto il segno del cancro a La Coruña, in Galizia. Muove i primi passi sul set recitando in qualche telefilm, tra i quali ricordiamo Obsesió, Motivos Personales e Mujeres. La prima parte di successo gliela affida Antonio Banderas in El camino de los ingleses (2006). Foriero di soddisfazioni è pure il personaggio di Javi in SMS, sin miedo a soñar. Ma la ribalta internazionale la conquista nelle vesti di Aitor Carrasco nella serie Los hombres de Paco, dove appare dal 2007 al 2010.

Nel 2009 Mario Casas partecipa a due fortunati lungometraggi: Fuga de cerebros, insieme ad Amaia Salamanca, e in Grosse bugie, con Hugo Silva, Ana de Armas, Ana Maria Polvorosa e Yon González. In questa seconda opera è Tony, un ragazzo intimorito di dichiararsi all’amico Nico (Yon González). La coppia artistica si presta a parecchie scene di nudo e ciò alimenta alcune illazioni che vogliono ambedue omosessuali, fermamente respinte dai diretti interessati.

Finale El Inocente

Quand’è il 2010 Mario Casas dà il proprio apporto al film Tres metros sobre el cielo, al fianco di María Valverde. Il sequel Tengo ganas de ti, a cui contribuiscono Casas, Valverde e Clara Lago, vede la luce nel 2012. Dal 2011 Casas lavora nel telefilm El Barco assieme a Blanca Suárez. Nel 2013 viene scritturato in Le streghe son tornate di Álex de la Iglesia, Ismael di Marcelo Piñeyro ed Eden di Shyam Madiraju.

Leggi anche Lo avete mai visto Dave Franco da bambino? Ha un fratello più famoso (e più problematico) e il sorriso che sfoggia in questa foto è un marchio di famiglia

Articoli correlati