Chi è questa bambina? Ha reso schiavo un uomo, ha subìto un’inquietante regressione infantile e i suoi occhi sono protagonisti di una splendida canzone

Molti dei titoli in cui ha lavorato sono entrati nella storia del cinema!

Da leggere

Downtown Abbey 2 colorerà Natale prossimo con eleganza e regalità

Downtown Abbey 2: sotto l'albero, un ritorno gradito Downtown Abbey è una leggendaria serie televisiva britannica in costume andata in...

Vinicio Marchioni promuove la dittatura e i fan sono dalla sua parte. Ecco perché

Decine di lavoratori dello spettacolo come tecnici audio, video e luci, direttori artistici, promoter e autori, hanno manifestato lo...

Love, Death and Robots – Volume 2: il trailer ci porta nuovamente nel mondo bizzarro di Tim Miller

Love, Death and Robots - Volume 2: bentrovati nel folle e colorato universo robotico Love, Death and Robots - Volume...

Considerata una delle maggiori attrici hollywoodiane di sempre, nel 1999 l’American Film Institute l’ha inserita al secondo posto nella classifica delle più grandi star della storia del cinema, dietro solamente a Katharine Hepburn. Bette Davis, nata a Lowell, nello stato del Massachusetts, il 5 aprile 1908, esordisce a Broadway, per poi approdare negli anni Trenta sul grande schermo.

Bette Davis: sguardo magnetico

Nel 1934, grazie all’interpretazione nella pellicola Schiavo d’amore, riesce a consacrarsi definitivamente fino alla prima metà degli anni Quaranta. È Mildred Rodgers, cameriera del quale il giovane Philip Carey (Leslie Howard), affetto da una malformazione ad un piede, si innamora perdutamente, nonostante lei lo tratti con indifferenza e manifesti disprezzo per la sua menomazione.

In seguito, Bette Davis ha alti e bassi, durante i quali calca principalmente i palcoscenici teatrali. Dalla metà degli anni Sessanta, comincia ad alternare regolarmente cinema, teatro e tv, aggiudicandosi peraltro un Emmy Award per la prova offerta nella miniserie L’abisso – Storia di una madre e di una figlia (1979). A lei viene dedicata la canzone Bette Davis Eyes, interpreta da Jackie DeShannon, ma portata al successo da Kim Carnes nel 1981.

Che fine ha fatto Baby Jane? Cinematographe

Bette Davis è la prima donna a venire eletta presidente dell’Academy e la prima attrice in assoluto a toccare il primato di dieci candidature all’Oscar, riconoscimento che conquista due volte: nel 1936 e nel 1939, rispettivamente per le sue performance in Paura d’amare e Figlia del vento. Gli altri titoli per cui riceve la nomination sono: Tramonto, Ombre malesi, Piccole volpi, Perdutamente tua, La signora Skeffington, Eva contro Eva, La diva e Che fine ha fatto Baby Jane?.

In quest’ultima opera Bette Davis si cala nei panni di Jane Hudson, una bimba prodigio che, grazie alle doti canore e alla bellezza, diventa una icona. Ben presto assume atteggiamenti da diva viziata e capricciosa, trattando tutti, e soprattutto la timida sorella Blanche (Joan Crawford), in modo sprezzante e altezzoso. I ruoli, però, finiscono per ribaltarsi una volta cresciute e Jane regredisce definitivamente all’infanzia.

Bette David muore il 6 ottobre 1989 in Francia, a Neuilly-sur-Seine.

Leggi anche Avete mai visto Herbert Ballerina da bambina? Ha uno strano nome d’arte, soffre di attacchi di panico e dice sempre di aver visto tutto

Ultime notizie

Downtown Abbey 2 colorerà Natale prossimo con eleganza e regalità

Downtown Abbey 2: sotto l'albero, un ritorno gradito Downtown Abbey è una leggendaria serie televisiva britannica in costume andata in...

Articoli correlati