Charlie Says, Cinematographe.it

Dal prossimo 4 luglio esce nelle sale cinematografiche italiane Charlie Says, il film di Mary Harron che indaga le relazioni psicologiche all’interno della famiglia Manson

No.Mad Entertainment distribuisce per il circuito italiano il nuovo film di Mary Harron (Ho sparato a Andy Warhol; American Psycho) a partire dal 4 luglio. Nel cast Hannah Murray, Sosie Bacon, Marianne Rendon, Marritt Wever, Grace Van Dien (che interpreta l’attrice statunitense Sharon Tate, moglie del regista Roman Polański) e Matt Smith nel ruolo di Charles Manson. Charlie Says, precedentemente presentato alla Mostra del Cinema di Venezia (2018) e al Tribeca Film Festival, sarà proiettato in anteprima il 16 giugno (ore 21.15) presso il Nuovo Cinema Aquila nella cornice romana della 39a edizione del Fantafestival.

Charlie Says indaga in maniera clinica il potere decisionale che Charles Manson riuscì a esercitare nella psiche dei propri adepti, in una cornice di finta costruzione affettiva e comunitaria da lui definita come Famiglia Manson. Mary Harron cerca di analizzare le dinamiche sociali e antropologiche attraverso il personaggio di Karlene Faith, psicologa di tre giovani donne entrate a far parte della setta e condannate dopo gli efferati omicidi che sconvolsero gli Stati Uniti nell’estate del 1969.

La regista sottolinea l’intento analitico della propria opera affermando:

Questo film non è un’opera a difesa delle colpevoli. Ho cercato di comprendere come e perché queste giovani donne siano arrivate a fare cose terribili. Il film è una storia drammatica sugli anni Sessanta

AGGIORNAMENTO: il film uscirà al cinema in Italia il 22 agosto 2019.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto