Bryan Singer di X-Men paragona Professor X a Cristo e Apocalisse ad un falso Dio

Al momento della data d’uscita, si erano realizzate grandi cose per presentare delle immagini messianiche in Superman Returns di Bryan Singer, immagini che certamente sono finite nel dimenticatoio quando l’ancora più Messianico Uomo d’Acciaio è uscito al cinema quasi dieci anni più tardi. Singer ha affermato durante un’intervista a IGN: “A dire il vero, Apocalisse è un po’ l’opposto di Cristo. Tra l’altro Cristo sarebbe arrivato anni dopo di lui. La nostra premessa è che ha gironzolato per l’antico Egitto, e qui è dove venne sepolto e dove poi si risveglia nel 1983. È qualcosa di più rispetto al Dio del Vecchio Testamento, il Dio vendicativo che vuole il mondo con un certo ordine e che vuole essere adorato, ma che è anche indulgente. Si può considerare inoltre un falso Dio, che lo rendo per certi aspetti un leader del culto. Quindi Apocalisse (interpretato da Oscar Isaac) e l’autore/produttore Simon Kinberg non hanno solo studiato la religione, ma anche la vera essenza dei culti e come funzionano”. Per quanto riguarda Professor X, invece, Singer ha dichiarato: “Ho avuto modo di analizzare e studiare attentamente Professor X quando era un vecchio calvo e saggio uomo, quando era insicuro, inerme e potente. E’ più di Cristo. Lui sceglie di essere un insegnante. Poteva andare dentro Cerbero e governare il mondo, ma non decise così. Decise di insegnare e predicare, sperando che le persone seguissero il suo messaggio di pace e unità“.

Articoli correlati