Godzilla vs. Kong è record d’incassi al day one in pieno Covid-19

Il lungometraggio del MonsterVerse è arrivato ieri nelle sale americane e su HBO Max

Godzilla vs. Kong promette molto bene sul piano economico

Godzilla vs. Kong, insieme a Mortal Kombat, è probabilmente il titolo più atteso di Warner Bros. degli ultimi mesi sia perché si tratta di un altro potente blockbuster dopo Tenet e Wonder Woman 1984, sia perché il MonsterVerse, dopo Godzilla II: King of the Monsters, ha trovato davvero molti seguaci tra il pubblico. La realizzazione, tra l’altro, è considerata una macchina macina soldi da più di un analista del settore con previsioni incredibili. Nonostante siano supposizioni, però, sembra che la verità non sia così lontana.

Godzilla vs Kong, cinematographe.it

Deadline ha riportato quanto Godzilla vs. Kong è riuscito a guadagnare ieri, nel suo giorno di lancio negli Stati Uniti D’America, dove è arrivato contemporaneamente in alcune sale che direttamente su HBO Max e il risultato è davvero sorprendente! Il titolo ha portato a casa un incasso di 9,6 milioni di dollari, record assoluto nella difficile situazione sanitaria in cui ci troviamo. Tale introito è molto confortante perché, oltre a sottolineare l’importanza del cinema come luogo fisico, lascia presagire anche delle ottime performance anche negli altri paesi in cui arriverà successivamente.

Godzilla vs. Kong è diretto da Adam Wingard (Death Note – Il quaderno della morte, Blair Witch) e scritto da Eric Pearson e Max Borenstein. Il cast della pellicola, prodotta da Legendary Pictures e dalla stessa Warner Bros., è composto da Alexander Skarsgård nel ruolo di Nathan Lind, Millie Bobby Brown nella parte di Madison Russell, Rebecca Hall che interpreta Ilene Andrews, Kyle Chandler nelle vesti del Dr. Mark Russell e Brian Tyree Henry (Bernie Hayes). La realizzazione deve ancora uscire nel nostro paese e attualmente non sappiamo con certezza quando sarà il giorno di rilascio del titolo.

Leggi anche – Godzilla vs Kong: secondo le prime recensioni il film di Adam Wingard “fa qualcosa di raro”

Articoli correlati