Ieri è stato annunciato che Bob Chapek sarebbe subentrato – con effetto immediato – a Bob Iger come CEO Disney

Adesso sappiamo anche a quanto ammonterà il salario di Bob Chapek, che quindi oggi ha vissuto il suo primo giorno al comando di una delle aziende di contenuti media più gigantesca della storia.

La Walt Disney Company è cresciuta fino a diventare una delle più grandi società di media nel panorama attuale, il che rende le ultime notizie dell’organizzazione ancora più sorprendenti. Martedì è stato ufficialmente annunciato che Bob Chapek assumerà immediatamente il ruolo di Amministratore delegato presso la società, con il precedente CEO Bob Iger che passerà al ruolo di Presidente esecutivo.

Secondo Alex Weprin di The Hollywood Reporter, il nuovo contratto di Chapeck durerà fino al 28 febbraio 2023, con uno stipendio annuale che salirà a 2,5 milioni di dollari. Secondo quanto riferito, avrà anche un bonus target di 7,5 milioni, con una sovvenzione annuale di incentivo a lungo termine di 15 milioni.

Alex Weprin

@alexweprin
Dettagli sul contratto di Chapek con Disney, che durerà fino al febbraio 2023: avrà uno stipendio di $ 2,5 milioni, con un bonus target di $ 7,5 milioni e un sussidio annuale di incentivazione a lungo termine di $ 15 milioni.

Le parole di Bob Iger, pronunciate ieri per spiegare la decisione di ritirarsi dal ruolo di CEO:

Con il successo del lancio delle attività dirette al consumatore Disney e l’integrazione della Twenty-First Century Fox ben avviata, credo che questo sia il momento ottimale per passare a un nuovo CEO”, ha affermato Iger. Ho la massima fiducia in Bob e non vedo l’ora di lavorare a stretto contatto con lui nei prossimi 22 mesi mentre assume questo nuovo ruolo e approfondisce le sfaccettate attività e attività globali della Casa di Topolino, mentre io continuo a concentrarmi sugli sforzi creativi dell’azienda.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto


LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE