Blonde – Ana de Armas: “sono disgustata dall’idea che le mie scene di nudo diventeranno virali”

Ana de Armas, in Blonde, veste i panni dell'iconica diva Marilyn Monroe.

Blonde, controverso biopic sulla diva Marilyn Monroe, sarà disponibile su Netflix a partire dal 28 settembre. Il film, però, è già al centro di alcune polemiche e numerose dichiarazioni rilasciate dalla sua protagonista – Ana de Armas – durante le interviste promozionali hanno già riempito le pagine dei giornali. A far discutere maggiormente è la natura fortemente esplicita di alcune scene a sfondo sessuale, che hanno costretto Netflix a distribuire la pellicola come vietata ai minori.

Ana de Armas e il rapporto con le scene di nudo presenti in Blonde

Blonde, Netflix - Cinematographe.it

Le numerose scene di nudo presenti in Blonde hanno preoccupato – oltre che i distributori del film – anche la stessa protagonista, spaventata e “disgustata” dall’idea che saranno proprio quelle scene a girare maggiormente in rete, estrapolate da qualsiasi contesto e in grado di “oscurare” tutto il suo duro lavoro – l’attrice ha più volte raccontato di aver cercato di impegnarsi al massimo per rispettare e omaggiare al meglio Marilyn Monroe: “Ho fatto cose in questo film che non avrei mai fatto per nessun altro. L’ho fatto per lei [Marilyn] e l’ho fatto per Andrew [Dominik, regista del film]. So quali sequenze diventeranno virali, ed è disgustoso. Mi infastidisce anche solo pensarci. Non posso controllarlo: non puoi far nulla per controllare cosa facciano e come decontestualizzino certe cose. Ma non è una cosa che potrebbe causarmi ripensamenti, mi dispiace solo immaginare il futuro di quelle scene”.

Leggi anche Venezia 79 – Blonde: recensione del film di Andrew Dominik

La scelta di Ana de Armas è stata criticata duramente da alcuni spettatori, secondo i quali l’attrice non sarebbe stata in grado di “camuffare il suo accento” – de Armas è di origine cubana -. La star, però, è stata difesa sia dai rappresentanti legali che si occupano dell’eredità della Monroe, sia dal produttore del film, Brad Pitt. Il cast di Blonde – fra i frontrunner principali agli Oscar 2023, dopo il passaggio, in concorso, al Festival di Venezia 2022 -, vanta anche la presenza di Adrien Brody nei panni di Arthur Miller e di Bobby Cannavale in quelli di Joe DiMaggio, i due storici ex mariti della diva.

Articoli correlati