Black Panther: Wakanda Forever – Ryan Coogler condivide un’emozionante lettera di ringraziamento per i suoi fan

Black Panther: Wakanda Forever è al cinema dal 9 novembre.

Black Panther: Wakanda Forever ha già conquistato pubblico e critica, divenendo in breve tempo uno dei migliori incassi dell’anno – al momento della stesura di questo articolo ha guadagnato circa 561,7 milioni di dollari ai botteghini di tutto il mondo – ed ottenendo un 84% di recensioni positive su Rotten Tomatoes. Ryan Coogler, come altri colleghi del MCU in passato, ha quindi deciso di rivolgersi direttamente al suo pubblico, scrivendo un’emozionante lettera aperta ai propri fan, la quale ha già fatto il giro del web – il primo post è stato condiviso dal profilo Twitter dei Marvel Studios.

Ryan Coogler ha metabolizzato il dolore per la perdita di Chadwik Boseman lavorando a Black Panther: Wakanda Forever

black panther 2 cinematographe

Ryan Coogler, regista e sceneggiatore della pellicola – già dietro la macchina da presa del primo capitolo – ha quindi ringraziato coloro che hanno deciso di guardare Black Panther: Wakanda Forever in sala, aumentando poi il passaparola e la discussione intorno al progetto. Ha poi sottolineato la sua gratitudine per aver sostenuto il progetto nonostante alcuni passaggi ed aspetti “scoraggianti”, fra cui la lunga durata, che si aggira intorno ai 140 minuti, i temi cupi e dialoghi sostenuti in diverse lingue del mondo.

I fan, del resto, hanno premiato il film anche per la personale visione di Ryan Coogler, il quale è riuscito a trattare il tema del lutto e del dolore per la morte di Re T’Challa/Chadwick Boseman in maniera delicata e rispettosa, alla luce del profondo legame che lo legava all’attore. Coogler, come ha riportato all’interno della lettera, ha usato il film come “un enorme sfogo emotivo”, atto ad omaggiare un “gigante dell’industria cinematografica”. Allo stesso tempo, però, il concentrarsi sulla tematica della perdita non ha oscurato la volontà di creare uno spettacolo che facesse stare bene e divertire il pubblico e la troupe, i quali – sempre secondo le parole di Coogler – dovevano sentirsi “appagati sia fisicamente che emotivamente” dopo la visione del film. Parole d’affetto, dunque, rivolte ad un pubblico che ha condiviso il peso della morte di Chadwick Boseman. Al momento non è stato confermato un terzo sequel del franchise, ma è chiaro che se la saga dovesse continuare al timone ci sarebbe, ancora una volta, Ryan Coogler.

Leggi anche Black Panther: Ryan Coogler ha pensato di lasciare la regia dopo la morte di Chadwick Boseman

Articoli correlati