Avete riconosciuto questi occhi di ghiaccio? È uno degli attori più affascinanti e quel vizietto degli italiani proprio non gli va giù!

Alcuni piccoli vizi italiani non piacciono a uno degli attori più affascinanti di sempre

Vincent Cassel, figlio d’arte e del mondo della moda, con padre attore e ballerino e madre giornalista gastronomica che ha lavorato per riviste come Glamour e Elle, è nato a Parigi nel quartiere di Monmartre. Viaggiando negli anni tra Francia e Stati Uniti, dopo che la madre si trasferì a New York, Cassel parla correntemente inglese e francese, ma conosce molto bene anche l’italiano e il russo. Attore e produttore francese, alcuni dei suoi film sono stati dei successi internazionali che l’hanno reso noto a livello mondiale. Dopo una piccola comparsa in una pellicola indipendente, la fama per l’attore arriva con L’odio, vincitore del premio per la Miglior regia al Festival di Cannes e Fiumi di porpora, entrambi ben accolti da pubblico e critica. Altro film fondamentale per la carriera dell’attore in quegli anni è L’appartamento, che ha ottimi riscontri e nel quale Vincent Cassel recita insieme a Monica Bellucci, futura compagna e moglie per 14 anni con la quale avrà due bambini, Deva e Léonie. Insieme alla Bellucci partecipa ad altri 6 film, tra i quali Il patto dei lupi e Irréversible. Con Ocean’s Twelve, dove ha improvvisato la classica scena della danza per superare i laser che lo separavano dal bottino e, il sequel, Ocean’s Thirteen, Cassel entra nel mondo di Hollywood; l’attore ha anche un passato da acrobata, avendo frequentato da adolescente una delle migliori scuole di circo francesi.

Usanze e costumi italiani che Vincent Cassel non apprezza

Vincent Cassel - cinematographe.it

La sua carriera, oltre a l’interpretazione, per la maggior parte delle volte, di personaggi violenti, spietati e manipolatori, include anche quella di doppiatore, è infatti la voce di Hugh Grant negli anni 2000, così come quella di Diego nella serie L’era glaciale e di Monsieur Hood in Shrek. Lavorando anche con David Cronenberg, Darren Aronofsky e Danny Boyle, nel 2008 Vincent Cassel ha vinto il Premio César come migliore attore per il film Nemico pubblico N. 1 – L’ora della fuga. Nel 2015 è inoltre nel cast de Il racconto dei racconti diretto da Matteo Garrone e nel 2020 nella terza stagione della serie tv HBO Westword nel ruolo di antagonista principale.

Vincent Cassel - cinematographe.it

Contrario a riguardare i suoi film e molto attivo sui Social, in particolare su Instagram, dove pubblica sia momenti di svago, tempo libero, vita privata, che locandine o scatti dal set di film ai quali partecipa, si è espresso duramente contro la cultura del gossip, soprattuto di quella italiana. Nonostante abbia più volte sottolineato quanto ami l’Italia, dove è infatti stato spesso, trova che ci sia un’idea del pettegolezzo e dell’invadenza nella vita delle star che può risultare  eccessiva. Un’altra particolarità che non apprezza, ma che in realtà si sta perdendo sempre di più, è che in Italia le persone guardano spesso i film doppiati, mentre nella maggior parte del mondo si utilizza la lingua originale con sottotitoli.

Vincent Cassel - cinematographe.it

L’attore è particolarmente impegnato nella lotta contro la diga di Belo Monte in Brasile, che verrebbe costruita nel cuore della foresta amazzonica, costringendo numerose tribù a spostarsi e che rischia di danneggiare anche la biodiversità locale. Separatosi da Monica Bellucci nel 2013, 5 anni dopo, nel 2018, sposa la modella italo-francese Tina Kunakey e il 19 aprile 2019, nasce la loro prima figlia, Amazonie.

Leggi anche John Travolta irriconoscibile in Gotti – Il primo padrino: la trasformazione dell’attore di Grease negli anni

Articoli correlati