et, cinematographe.it

Che voi ci crediate o no, nel 1981 trovare un attore abbastanza bravo da interpretare il migliore amico di E.T – l’Extraterrestre non era abbastanza semplice come telefonare a casa. Il film di Steven Spielberg è divenuto un vero e proprio cult e uno dei più grandi film mai realizzati.

Il regista però ha sempre corso enormi rischi con questa pellicola, in cui si metteva in luce la forte amicizia tra un bambino di nome Elliot e l’alieno che voleva tornare a casa: un’amicizia su cui nessuno avrebbe mai scommesso. Se il ragazzino scelto non fosse stato convincente, così come la realizzazione dell’alieno, il tutto sarebbe stato nient’altro che un film per bambini finito nel dimenticatoio. Per evitare questa catastrofe, quindi, Spielberg e il direttore dei casting avevano una grossa responsabilità: scegliere l’attore giusto che potesse interpretare al meglio il personaggio principale.

Sebbene Spielberg stesse correndo un notevole rischio, è ruscito a trovare in Henry Thomas il perfetto Elliott. Nel 1981 l’attore aveva solo nove anni. Volò dal Texas a Los Angeles solo per quel provino che avrebbe deciso per sempre il suo futuro. Durante la prima lettura del copione era così nervoso da rischiare di perdere tutto e abbandonare per sempre il provino. Durante il ciak però Thomas fu così straordinario e da pelle d’oca, che ottenne il ruolo lì, subito dopo le battute, con un semplice “Ok ragazzino, hai avuto il ruolo” (Ok kid, you got the job) da parte del regista.

L’audizione di Henry Thomas per E.T. – L’extraterrestre

“L’interpretazione fu così sincera e onesta che gli ho dato la parte in quel momento”, spiegò Spielberg alla rivista Premiere nel 1982. “Sono rimasto sbalordito da quel bambino di nove anni. Poi ho capito che è un attore adulto, non un bambino. È un artista controllato e metodico, che misura e sente cò che fa, trasmettendolo nel modo più vero possibile. La sua recitazione è controllata, a differenza della maggior parte dei bambini che intraprendono questa carriera”.

Dopo E.T – L’extraterrestre, Thomas – ormai divenuto agli occhi di tutti il fedele amico dell’alieno – ha avuto difficoltà nel trovare un ruolo. La sua carriera è però rifiorita in età adulta, recitando tra le altre cose anche in The Haunting of Hill House, la serie tv horror di Netflix.

Leggi anche: Glenn Close irriconoscibile in Elegia Americana: la trasformazione dell’attrice negli anni