Mark Ruffalo, cinematographe

Beh, si sposava! Era questo lo script falso, uno dei tanti di Avengers: Endgame, dati a Ruffalo

Del resto sia lui che Tom Holland sono gli “uomini-spoiler” e anticipare Avengers: Endgame, in qualsivoglia modo non sarebbe accettabile dalla produzione! Pertanto all’attore (come anche agli altri, per essere precisi), sono stati dati diversi script falsi della pellicola diretta dai fratelli Russo che vedremo a partire dal prossimo 24 aprile in sala.

Durante una recente intervista fatta da E Entertainment, Ruffalo ha spiegato:

Non avevo nemmeno uno script per questo film. Non so perché. L’unico che mi hanno dato era assurdo e prevedeva che lui (Chris Evans), si sposasse!

Mark Ruffalo, che interpreterà nuovamente il ruolo di Hulk in Avengers: Endgame, era insieme all’interprete di Steve Rogers e a Karen Gillan, che invece ha la parte di Nebula, sorellastra di Gamora e figlia adottiva di Thanos.

Ecco a voi il video nel quale l’attore che presta il volto a Bruce Banner spiega quanto detto sopra, potete dargli un’occhiata cliccando sul link fonte, QUI. La pellicola, diretta dai fratelli registi Anthony e Joe Russo, è la quarta del duo alla regia per i Marvel Studios e la 23sima della cosiddetta Infinity Saga, un gruppo che racchiude tutta la prima tranche di film dell’universo cinefumettistico della Casa delle Idee.

La sinossi ufficiale di Avengers: Endgame, pellicola che arriva al cinema in Italia a partire dal prossimo 24 aprile:

Dopo i devastanti eventi di Avengers: Infinity War, l’universo è in rovina a causa delle azioni di Thanos. Con l’aiuto degli alleati rimasti, gli Avengers si dovranno riunire ancora una volta per annullare le azioni di Thanos e ristabilire l’ordine nell’Universo una volta per tutte, senza tenere conto delle conseguenze che tutto ciò potrebbe causare.

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto