Avatar: La via dell’acqua – il film è classificato PG-13 per “nudità parziale”

Ecco i motivi dietro la classificazione PG-13 di Avatar: La via dell'acqua.

Avatar: La via dell’acqua è uno dei film più attesi dell’anno, previsto in sala il 14 dicembre in Italia e il 16 dicembre negli Stati Uniti. A poche settimane dal debutto, la Motion Picture Association ha annunciato che la pellicola è stata classificata, in America, come PG-13 – quindi vietata ai minori di 13 anni. Una classificazione che aveva ottenuto anche il primo capitolo, Avatar, assegnata però al sequel per motivazioni diverse ed imprevedibili.

Avatar: La via dell’acqua – i motivi della classificazione come PG-13

Avatar: La via dell'acqua PG-13 - Cinematographe.it

La Motion Picture Association ha infatti condiviso la motivazione ufficiale per la quale ha classificato Avatar: La via dell’acqua come PG-13 e, fra le varie cause, ne spunta una decisamente particolare, ovvero la “nudità parziale”: “Sequenze di forte violenza ed azione intensa, nudità parziale e linguaggio forte”. Una motivazione, in realtà, abbastanza simile a quella data per il primo capitolo, che però differiva in alcuni, fondamentali, punti: “sequenze di battaglie epiche e guerra, sensualità, linguaggio e un po’ di fumo.”

Nonostante il divieto, Avatar: La via dell’acqua è pronto a conquistare i botteghini di tutto il mondo. La pellicola – il cui minutaggio si aggira intorno alle 3 ore e 10 minuti – dovrebbe essere il secondo capitolo di un’epopea in cinque film. In queste ore, il produttore Jon Landau ha inoltre confermato che è stata completata anche la fase di post-produzione: “Congratulazioni a tutta la famiglia di Avatar: La via dell’acqua. Ieri abbiamo completato il nostro mix finale e il mastering delle immagini e ho scattato questa foto del nostro team di post-produzione. Sono grato a ognuno di voi per il vostro contributo al film”.

Avatar: La via dell’acqua comprende un cast formato da volti nuovi e graditi ritorni, fra cui Sam Worthington, Zoe Saldana, Jamie Flatters, Britain Dalton,Trinity Bliss, Sigourney Weaver, Stephen Lang, Joel David Moore, Dileep Rao, Matt Gerald, Kate Winslet, Cliff Curtis e Oona Chaplin.

Leggi anche Avatar: La via dell’acqua – Un report rivela quanto è costato il sequel di James Cameron

Articoli correlati