Amsterdam: diamo un primo sguardo al nuovo film di David O. Russell

Il regista dietro American Hustle e Il lato positivo torna al cinema dopo 7 anni di assenza.

Amsterdam è il nuovo tanto atteso lungometraggio di David O. Russell, noto per The Fighter (2010), Il lato positivo – Silver Linings Playbook (2012), American Hustle – L’apparenza inganna (2013), Accidental Love (2015). Il regista e sceneggiatore, lontano dagli schermi da 7 anni (l’ultimo film arrivato nelle sale è Joy) sta però per tornare nelle sale di tutto il mondo con un progetto molto interessante ambientato negli anni ’30. Al centro della storia, le vicende di tre amici che assistono a un omicidio, diventano essi stessi sospettati e scoprono una delle trame più oltraggiose della storia americana.

Grazie all’autorevole Discussing Film, possiamo vedere la prima immagine ufficiale di Amsterdam che è stata condivisa durante il CinemaCon, evento attualmente in corso al Las Vegas che rappresenta un dealing stretto tra proprietari di sale cinematografiche e produttori cinematografici. Nella foto in questione, che trovate qui sopra, sono presenti i tre grandi protagonisti della storia ovvero Christian Bale (Thor: Love and Thunder, Vice – L’uomo nell’ombra) John David Washington (Tenet, Malcolm & Marie) e Margot Robbie (The Wolf of Wall Street, The Suicide Squad). Sullo sfondo del trio, possiamo vedere un misterioso e simbolico sole su sfondo verde che non sappiamo a cosa alluda.

All’interno di Amsterdam, oltre agli attori già citati, saranno presenti anche Taylor SwiftRami MalekAnya Taylor-JoyMichael ShannonChris RockRobert De NiroTimothy Olyphant e Zoe Saldana e anche Mike Myers, Andrea Riseborough, Matthias Schoenaerts, Alessandro Nivola, Leland Orser e Sean Avery. Un cast davvero spettacolare che non vediamo l’ora di vedere all’opera all’interno della pellicola che dovrebbe vedere la luce il 4 novembre 2022 negli Stati Uniti, mentre è ancora incerta la data di release nel nostro paese.

Leggi anche Taylor Swift insieme a Margot Robbie nel nuovo film di David O. Russell

Articoli correlati