Ammonite – il poster del dramma lesbo con Kate Winslet e Saoirse Ronan

È stato pubblicato il poster ufficiale di Ammonite, che vede il Premio Oscar Kate Winslet nei panni della famosa paleontologa inglese Mary Anning.

Da leggere

Eternals 2: Chloe Zhao apre alla realizzazione del sequel

Durante una recente intervista, Chloe Zhao si è detta disponibile a tornare a curare la regia per un eventuale...

Leonardo DiCaprio aderisce all’appello ambientalista lanciato dal principe Harry

Leonardo DiCaprio, che è noto per la sua attenzione alle questioni ambientali, ha aderito all'appello lanciato dal principe Harry Recentemente,...

Quentin Tarantino rivela il film che lo ha traumatizzato e la risposta vi sorprenderà!

Sapete qual è il film che più ha spaventato Quentin Tarantino? La confessione del regista ha colto tutti di...

Block title

Kate Winslet e Saoirse Ronan sono le protagoniste del dramma lesbo Ammonite

Kate Winslet e Saoirse Ronan recitano insieme in Ammonite, un film d’epoca scritto dallo sceneggiatore e regista di God’s Own Country Francis Lee. Il progetto segna la prima collaborazione su schermo tra le due acclamate attrici. È stato appena pubblicato il poster ufficiale del film, che vede il Premio Oscar Kate Winslet nei panni della famosa paleontologa inglese Mary Anning. La pellicola è ambientata negli anni ’20 in una città costiera del Regno Unito, dove la Anning diventa amica di una donna londinese, a cui deve inaspettatamente fare da bambinaia. Il cast include anche Fiona Shaw, James McArdle, Gemma Jones e Alec Secăreanu. La pellicola è rimasta senza un’anteprima a Cannes 2020, per ovvie ragioni, ma se tutto va bene debutterà a settembre, durante il Toronto Film Festival.

Ammonite è stato oggetto di una piccola controversia all’inizio di quest’anno quando i parenti della Anning hanno criticato il film per aver incluso quella che dicona essere una “relazione gay inventata”. I parenti dicono che la sessualità di Anning non è mai stata confermata. “Immagina la vergogna e l’imbarazzo che questa donna proverebbe in questo momento per avere la sua vita sessuale privata discussa e in vista sullo schermo. Questo non aggiunge nulla alla sua storia.”

Il regista ha così risposto alle accuse: “Dopo aver visto le storie queer essere sistematicamente ‘eterorizzate’ in tutte le culture, perché non è possibile descrivere una relazione non eterosessuale per una figura storica, anche se non ci sono prove della sua omosessualità? Non è lecito vedere quella persona all’interno di un’altro contesto? Come regista della classe operaia, di film queer, esploro continuamente i temi della classe, del genere, della sessualità nel mio lavoro, trattando i miei personaggi con totale rispetto e spero di dare loro delle autentiche vite rispettose e delle relazioni che meritano”.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Ultime notizie

Eternals 2: Chloe Zhao apre alla realizzazione del sequel

Durante una recente intervista, Chloe Zhao si è detta disponibile a tornare a curare la regia per un eventuale...

Articoli correlati