Alessandra Mastronardi: “interpretare Carla Fracci è stato un intenso lavoro fisico e psicologico”

L'attrice Alessandra Mastronardi ha raccontato l'intenso lavoro che ha intrapreso per vestire i panni della celebre ballerina Carla Fracci.

Alessandra Mastronardi, attrice italiana molto attiva sul piccolo schermo, è nota per fiction televisive come I Cesaroni dove interpreta il ruolo di Eva Cudicini e L’allieva dove è il volto di Alice Allevi. Nel corso della sua carriera l’attrice ha preso parte anche alla serie tv Romanzo criminale, alla miniserie Sotto il cielo di Roma, allo show I Medici e ha partecipato per 5 episodi alla serie tv Master of None. Le sue interpretazioni sono però conosciute e apprezzate anche nel cinema, è stata infatti nel cast di To Rome with Love, L’ultima ruota del carro, Life e L’agenzia dei bugiardi. Uno dei suoi più attesi progetti, in uscita nel 2021, è il film per la tv Carla, diretto da Emanuele Imbucci dove Alessandra Mastronardi interpreterà la celebre ballerina italiana Carla Fracci, scomparsa il 27 maggio 2021.

Alessandra Mastronardi e il lavoro per interpretare Carla Fracci

Carla Fracci - Alessandra Mastronardi - cinematographe.it

In onda su Rai 1, Carla non ha ancora un data d’uscita certa, ma è stato confermato che uscirà nel corso del 2021 e che le riprese sono terminate. Il film si concentrerà sulla vita di Carla Fracci, una delle più grandi ballerine del 20º secondo e definita, nei primi anni ’80, dal New York Times “prima ballerina assoluta“, in particolare sugli anni che partono da quando era bambina fino ad arrivare alla giovane donna che ha vissuto nella Milano degli anni ’60. Alice Mastronardi ha raccontato il lavoro fisico e psicologico che ha dovuto fare per interpretare Carla Fracci: “mi sono resa conto che non sapevo nulla della danza classica. Ho scoperto quest’immensa dedizione e fatica che i ballerini provano durante alcuni esercizi, per interpretare questo ruolo ho dovuto davvero rivoluzionare il mio modo di pensare“, ha dichiarato durante un’intervista di Grazia, “si tratta di disciplina, forza, serietà e tenacia. Carla Fracci sul palcoscenico era pura luce, leggerezza infinita ed eleganza estrema, ma in sala prove era solo muscoli e nervi, la danza è proprio questa strana combinazione“, ha concluso.

Ultime notizie

Don’t Look Up: Ron Perlman risponde alle critiche in maniera colorita!

Don't Look Up è stato accolto in maniera mista dalla critica Don't Look Up è il nuovo film Netflix diretto...

Articoli correlati