Sky Rojo – Stagione 2 come finisce? La spiegazione della serie TV Netflix

Da leggere

Cowboy Bebop: nel primo poster ufficiale della serie Netflix i personaggi sono in azione!

Cowboy Bebop arriva sulla piattaforma il 19 novembre 2021 Cowboy Bebop è uno degli anime più importanti della storia dell'intrattenimento...

Spider-Man: No Way Home – Sam Raimi ha apprezzato un elemento in particolare del trailer

Spider-Man: No Way Home arriva nelle sale italiane il 25 dicembre 2021 Spider-Man: No Way Home è finalmente così vicino...

Star Wars: Mark Hamill ha qualcosa da dire sulla trilogia prequel

Star Wars è spesso finito nel mirino delle critiche da parte dei fan Star Wars, una delle saghe più longeve...

Sky Rojo spettacolarizza tutti i lati più squallidi della prostituzione, gli abusi fisici e psicologici, le follie, le droghe. La serie Netflix ideata da Álex Pina è esagerazione: di colori, di azioni, di corpi nudi, di relazioni tossiche e perverse, di finzione.

Protagoniste di questa seconda stagione sono sempre Gina (Yany Prado), Wendy (Lali Esposito) e Coral (Verónica Sánchez), le tre prostitute in fuga dal loro pappone Romeo (Asier Etxeandia) e dai suoi due lacchè, i fratelli Moisés (Miguel Ángel Silvestre) e Christian (Enric Auquer). Dopo essere andate via dal Club delle Spose in cui erano praticamente recluse – chi più, chi meno consapevolmente – hanno stabilito lungo la prima stagione un rapporto di odi et amo con tutti i membri della loro vecchia vita e i meccanismi a essa legati. Un accordo tacito che ha avuto seguito anche in Sky Rojo 2, in cui ogni azione compiuta dalle protagoniste per ottenere l’agognata libertà viene annullata da un’altra scelta che le avvicina nuovamente al pericolo, esponendole a rischi sempre più deleteri e allontanandole sempre di più dal raggiungimento della meta.

Nel corso degli otto episodi che compongono la seconda stagione è indubbio che ciò su cui si regge la trama della serie spagnola sono i rapporti tossici tra i protagonisti; poco importa se parliamo di buoni o cattivi, di predatori o prede. La ruota per tutti loro gira senza sosta mostrandoci ferite e drammi irrisolti di vite frantumate, soggiogate dai sensi di colpa, dai ricatti, dall’idea di non avere scelta. Ed è vero che a soffrire sono sempre e soprattutto le donne costrette a prostituirsi al club, ma anche i personaggi maschili svelano spaccati di tristezza incolmabili. Alla fine della seconda stagione la caccia è ancora aperta e diversi sono gli interrogativi che Sky Rojo lascia sul piatto. Avremo mai delle risposta in un’ipotetica stagione 3? Prima di decifrare il finale di stagione, facciamo un recap della serie.

Come finisce Sky Rojo 2 e qual  la spiegazione della serie Netflix? Da qui in avanti, attenti agli spoiler! 

La trama della serie Netflix

sky rojo 2 cinematographe.it

Alla fine della prima stagione di Sky Rojo Wendy, Coral e Gina avevano almeno un motivo per ritornare al club: recuperare i loro passaporti e fuggire via da Romeo per sempre. Ma gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo! Il pappone infatti non ha accettato a cuor leggero la perdita delle tre donne, specialmente l’allontanamento della sua adorata Coral. Questa attrazione/ repulsione reciproca tra i personaggi interpretati da Verónica Sánchez e Asier Etxeandia rappresenta il primo ostacolo alla missione delle protagoniste. Nonostante tutto, infatti, Coral finisce per salvare la vita al suo carnefice e, come se non bastasse, pur riuscendo a recuperare i passaporti, decide di sniffare un po’ di cocaina, arrivando palesemente poco lucida al cospetto degli scagnozzi di Romeo, che quindi la tengono nuovamente prigioniera, tenendo sotto scacco anche Gina e Wendy.

Questa sfaccettatura della personalità di Coral, incapace di controllarsi e sempre pronta a mandare giù delle droghe nei momenti cruciali, è un deterrente per l’intero trio femminile di cui si fa leader e portavoce. Il fatto di tenere legati sentimentalmente a sé i due uomini posti ai vertici del Club delle Spose la pone in una situazione privilegiata quanto pericolosa poiché a essere coinvolta è anche lei. I piani che propone alla sua piccola banda godono del masochistico retrogusto di una vendetta personale e scellerata, della paura di non riuscire a essere nient’altro che una prostituta e dalla voglia di ottenere sempre più di ciò che ha già.

In Sky Rojo 2 le tre si trovano in una situazione davvero pessima nel momento in cui vengono seppellite vive sotto una gittata di cemento: Romeo, Moisés e Christian riservano alle tre un trattamento peggiore di quello che loro avevano propinato a Moisés (che era stato sepolto con la sua auto sotto terra) ma, proprio quando sono sul punto di esalare l’ultimo respiro, Moisés si lascia cogliere dai sensi di colpa e dall’affetto che nutre per Coral, recandosi così nel luogo del misfatto e salvandole, il tutto all’oscuro del suo capo. Il ragazzo le porta in un motel e gli lascia pochi spicci, accordandosi con loro affinché prendano i primo traghetto e vadano via dalla zona, lontane da Romeo, che dovrà continuare a crederle morte.

Tutti contro Romeo in Sky Rojo 2: cosa succede nel finale?

sky rojo 2 cinematographe.it

Insomma, finalmente Coral, Wendy e Gina sono libere, devono solo andare via e lasciarsi il passato alle spalle. Cosa le spinge a non seguire il piano? La paura di non riuscire a trovare un lavoro normale, senza dubbio, e lo sconforto di non avere abbastanza soldi per fuggire davvero. La soluzione allora è insita sempre nel Club delle Spose e sono i soldi sporchi che Romeo guadagna e che ricicla ogni mese recandosi a Madeira. A tal proposito la serie ci propone, con un flashback, una confidenza strappata da Coral a Moisés grazie alla quale la ragazza sa esattamente dove sono nascosti i soldi e il percorso che fanno gli scagnozzi di Romeo prima di imbarcarsi.

La soluzione è dunque chiara: prenderanno i soldi del pappone sfoderando un piano in cui gli basterà l’unica pallottola a loro disposizione, ma hanno necessariamente bisogno di un complice, qualcuno che parli al posto loro, evitandogli così di essere riconosciute. Questo qualcuno lo rintracciano in un vecchio cliente del club, che rapiscono per l’occasione, tenendolo in ostaggio dentro il bagno del motel e costringendolo a prendere parte alla rapina.

Nello stesso frangente, però, anche Moisés e Christian sono ai ferri corti col capo. Dopo averne passate di tutti i colori, i due fratelli si sono convinti che la soluzione sia cambiare vita, abbandonare tutto ciò che ruota attorno alla tratta delle donne, allo spaccio, alla vita sconsiderata e intraprendere un’esistenza tranquilla insieme alla madre, ormai anziana e malata. Una decisione che però Romeo non approva. Così come le ragazze che lavorano alle sue dipendenze, anche i due fratelli vengono considerati dall’uomo come merce di sua proprietà, la sua “famiglia” (come ama definirli) obbligata a stare con lui fino alla fine e ad ogni costo. Per ricattarli Romeo sequestra (e, poi scopriremo, uccide) la madre Dolores, fa pestare a sangue Christian e infine obbliga entrambi ad andare con altri due soci per il rituale riciclo del denaro, che però stavolta seguirà dei piani differenti.

Nel tentativo di avere il coltello dalla parte del manico e quindi riuscire ad andare via liberando la madre, i due fratelli architettato a loro volta un piano che agevola inconsapevolmente quello di Coral, Wendy e Gina. Invece di percorrere la rotta indicata da Romeo, Moisés e Christian minacciano l’autista di intraprendere un’altra strada, ignari della trappola tesa loro dalle tre donne e dal loro improvvisato complice: provvisti di fumogeni e organizzati al massimo, i quattro rapinatori costringono l’auto a fermarsi, mettendo ko i quattro. Ma la ricerca della chiave in grado di aprire il caveau porta Wendy ad avvicinarsi a Christian (che la tiene al collo), ad essere aggredita da lui e, per reazione, a sparargli.

Moisès, adirato per ciò che sta succedendo, si avvinghia all’auto in fuga, lasciando il fratello nelle mani dei suoi carnefici e finendo per essere tenuto in ostaggio dalle tre donne. Anche in questo caso Coral pecca di un eccesso di sentimentalismo. Nell’attrito scatenatosi in auto, infatti, Moisés riesce a danneggiarle il casco, riconoscendola, per poi essere scaraventato tra le pietre. Piuttosto che lasciarlo lì, Coral decide di scendere e accertarsi delle sue condizioni di salute, per poi fare l’errore di portarlo con sé e tenerlo in ostaggio, proibendogli altresì di salvare il fratello (che Romeo sottopone a un estenuante interrogatorio, lasciandolo poi morire dissanguato).

Da questo momento in poi, tutto sembra procedere a gonfie vele per le tre donne, che con estrema euforia hanno contato i loro soldi per poi architettare la mossa finale: liberarsi dell’auto della rapina e noleggiarne una nuova, aspettare che Coral le raggiunga in moto con i soldi e infine andare via. Ma nell’attesa dalla testa della leader passano tante cose, non per ultimo quel senso di onnipotenza che prova nel vedere Moisés legato e impossibilitato a muoversi, mentre lei lo provoca a gesti e parole, chiaramente e come sempre in uno stato poco lucido per via delle droghe, il che fornisce al ragazzo la situazione perfetta per liberarsi e passare da vittima a carnefice. La cosa più sconvolgente? Il gancio tirato sul volto di Coral, che le causa la perdita dell’occhio sinistro.

Nonostante ciò, nel finale le tre protagoniste di Sky Rojo 2 riescono (almeno così sembra) a lasciarsi il passato alle spalle: Wendy ha portato con fatica Coral alla ragione, convincendola a non provare più rabbia né dolore e a smetterla di accanirsi contro Moisés. Adesso è tempo di andare via.

Le parete vitrea piena di proiettili è la dimostrazione della relazione malsana che Coral e Moisés avevano instaurato e adesso che tutto è davvero finito ai due non resta che voltare pagina. Se però la donna forse ha appena intrapreso il suo cammino verso la liberazione, Moisés sta per cadere nuovamente nella ragnatela tessuta da Romeo, il quale poco dopo lo chiama per dargli la brutta notizia della morte del fratello. Invece di dirgli al verità, fa chiaramente cadere la colpa sui rapinatori e quindi su Wendy, Gina e Coral.

Moisés e Romeo: quale destino per gli uomini di Coral?

sky rojo 2 cinematographe.it

Come abbiamo visto nel finale di questa seconda stagione, Romeo ha ormai scoperto che le tre ragazze non sono dove dovrebbero. Christian gli ha detto di aver riconosciuto il tatuaggio di Wendy e, controllando il luogo del delitto, hanno trovato effettivamente solo il corpo dell’elettricista privo di vita. Romeo ha indubbiamente dei sospetti su Moisès, che però finora restano infondati. Potrebbe tendergli una trappola e ucciderlo, ora che il ragazzo è isolato e privo di legami sia familiari che pseudo amorosi. Tuttavia, anche il proprietario del Club delle Spose è rimasto solo. Sua moglie è morta all’inizio della prima stagione e Coral l’ha abbandonato. Se ha lasciato morire Christian è stato per vendetta e per tenere accanto a sé il fratello, tant’è che fino alla fine, quando il ragazzo lo supplica di portarlo in ospedale, gli dice che non lo farà perché è stato lui a mettere zizzania nel rapporto idilliaco tra lui e Moisès e perciò deve pagare.

Quindi Romeo, pur di non rassegnarsi all’idea che tutti coloro che gli gravitano attorno lo fanno per interessi o per paura e certamente non per scelta, si riduce persino a raccontare a se stesso l’ennesima frottola, ristabilendo in cuor suo un rapporto solo idealisticamente perfetto e fatto di fiducia reciproca.
Anche Moisés, nonostante tutto, sembra avere l’atteggiamento di chi ha messo da parte l’ascia di guerra. “Abbiamo perso una battaglia, ma non la guerra”, sussurra all’orecchio dell’amico mentre lo abbraccia, lasciando intendere che è disposto a dare la caccia a chi gli ha portato via il fratello e quindi a Coral, Wendy e Gina. Resta solo una domanda: come giustificherà il ritorno in campo delle tre e come risponderà ai possibili sospetti di Romeo nei suoi confronti?

Qual è il futuro di Wendy, Coral e Gina? Sky Rojo 3 ci sarà?

Dall’altra parte della storia ci sono poi le vite in bilico delle tre protagoniste, che adesso festeggiano gloriosamente la loro fuga verso Madeira, finalmente ricche e libere. Ma riusciranno a non cacciarsi più nei guai? La frase pronunciata da Moisés lascia la porta spalancata alla stagione 3 di Sky Rojo, così come restano in sospeso tante altre questioni, dall’occhio sanguinante di Coral alla gravidanza di Gina fino ai sensi di colpa e alla voglia di riscatto che il trio potrebbe voler estendere all’intero club, magari nel disperato tentativo di aiutare anche le altre ragazze rimaste alle dipendenze di Romeo.

Se la serie continuerà, potrebbe vedere gli stessi attori agitarsi in un iter narrativo fatto di fughe, ricatti, violenze e minacce. Basti pensare che la località verso la quale sono dirette le ragazze è conosciuta bene da Romeo e dai suoi, quindi non è escluso che proprio lì possano crearsi situazioni scomode atte a minare la tranquillità del trio.

Leggi anche Sky Rojo – Stagione 2: la recensione della serie Netflix 

Ultime notizie

Cowboy Bebop: nel primo poster ufficiale della serie Netflix i personaggi sono in azione!

Cowboy Bebop arriva sulla piattaforma il 19 novembre 2021 Cowboy Bebop è uno degli anime più importanti della storia dell'intrattenimento...

Articoli correlati