Friends: 18 curiosità sulla serie TV che forse non sapevate

Dieci stagioni ed oltre duecento episodi per la sit-com che ha cambiato le nostre vite. Ecco 18 curiosità che forse non sapevate di Friends.

- Ultimo aggiornamento: 22 Settembre 2019 11:49 - Tempo di lettura: 14 minuti

Nessuno si sarebbe aspettato un impatto simile nell’immaginario collettivo il giorno in cui David Crane e Marta Kauffman hanno pitchato la propria idea al network della NBC; a venticinque anni di distanza possiamo dire senza alcun timore di smentita, che Friends (1994-2004) è stata – ed è ancora oggi – una delle sit-com di maggior successo nella storia della televisione, se non la più grande.

L’enorme pregio della sit-com con protagonisti Jennifer Aniston, Courtney Cox, Matt LeBlanc, Lisa Kudrow, Matthew Perry e David Schwimmer è stato quello infatti di aver proposto la dinamica narrativa della “famiglia surrogato” ampiamente inflazionata nel genere della sit-com – da Happy Days (1974-1984) a Seinfeld (1989-1998), passando per Innamorati pazzi (1992-1999) e Frasier (1993-2004) – caratterizzandola però in modo unico, unendo le dinamiche buddy di Seinfeld, al romanticismo di Innamorati pazzi (che fa comunque parte dello stesso universo narrativo), rendendole grandi grazie a interpreti eccezionali entrati in completa simbiosi con i propri personaggi.

Rispetto a Seinfeld infatti, che prima dell’avvento di Friends era da considerarsi come la più grande sit-com di tutti i tempi, lo show creato da Crane e Kauffman ampliava il concetto del gruppo di 4 amici e delle loro vicissitudini – che in Friends sono 6 – slegandosi però dalla visione filosofica – autentico marchio di fabbrica di Seinfeld dello “show sul nulla” – per concentrarsi sull’impostazione di una storia orizzontale di tipo romantica che si dipana nel corso delle dieci stagioni dello show NBC.

Friends: un evento speciale al cinema in occasione del 25° della serie

Tecnicismi a parte, la magia di Friends sta proprio nell’umorismo e nella creazione di personaggi unici come il cinico dal cuore tenero Chandler (interpretato da Matthew Perry) e le ricorrenti gag riguardanti “esattamente che lavoro fa Chandler di preciso?”, o Ross (interpretato da David Schwimmer) il suo “continuo divorziare” nel corso delle undici stagioni e la passione-ossessione verso i dinosauri da buon “paleontologo da salotto” o Joey ad esempio (interpretato da Matt LeBlanc) che riuscirebbe a mangiare cibo spazzatura a qualunque ora del giorno e della notte.

Per non parlare di “Chanandler Bong“, della papera come coinquilina, dello scambio di appartamenti, della storia d’amore da tira-e-molla infinita tra Ross e Rachel (interpretata da Jennifer Aniston) – e quella che in fondo tutti vorrebbero avere tra Chandler e Monica (interpretata da Courtney Cox) – e chiaramente Gatto Rognoso di Phoebe (interpretata da Lisa Kudrow); e questi non sono che alcuni dei motivi del successo di Friends, che a venticinque anni di distanza dal rilascio in sala, è rimasto immutato – grazie anche a un linguaggio cinematografico molto semplice, immediato, diretto, intaccato dallo scorrere del tempo.

Ecco, in tal senso, una sfilza di curiosità su Friends, dai crossover evento con altre serie del network NBC, alle origini di Gatto Rognoso e molto, molto altro ancora.

1. La sigla “alternativa” e gli altri titoli scelti

I The Rembrandts hanno praticamente campato di rendita grazie al successo planetario de I’ll be there for you, tanto da arrivare al primo posto della Billboard Hot 100 del 1994, e a essere ripetuta in modo ossessivo in radio e televisione. Oggi è quasi impossibile non canticchiare questo motivetto senza pensare allo show NBC, ma che ci crediate o no, in origine la sigla di Friends sarebbe dovuta essere Shiny Happy People dei R.E.M.

E non solo, perché anche il titolo dello show è stato oggetto di numerose revisioni, tra i papabili si parlava di Friends like us, Six of One, Across the hall e Insomnia Cafè. Fortunatamente alla fine s’è optato per il più semplice e comune Friends, ma resta la curiosità di non aver potuto vedere una puntata di Insomnia Cafè.

2. Friends o La valle dei pini?

Questa è decisamente sorprendente, sembrerebbe infatti che David Crane e Marta Kauffman abbiano tratto ispirazione per i nomi dei protagonisti, direttamente da una soap opera americana molto in voga negli anni Settanta intitolata La valle dei pini (1970-2013).  Ecco infatti alcuni dei personaggi principali della soap opera, vi ricordano nessuno? Ross Chandler, Joey Martin, Monique/Daisy Cortland, Janet Green, e Phoebe Tyler Wallingford.

3. Da 11 dollari a 1 milione il passo è breve, ma il debito di Joey verso Chandler è esorbitante

Quando Matt LeBlanc fece l’audizione per la parte di Joey, aveva appena 11 dollari sul suo conto in banca. La prima busta paga – per attore nel corso della prima stagione – era di 22.500 dollari, con quei soldi LeBlanc si pagò una cena sontuosa, mentre Courtney Cox comprò la sua prima auto. Dalla seconda stagione in poi, Jennifer Aniston e David Schwimmer ottennero un aumento di stipendio rispetto al resto del cast, ottenendo 40.000 dollari a episodio.

Dalla terza stagione in poi, il cast decise all’unisono di condurre direttamente le proprie negoziazioni, come una squadra. Lisa Kudrow venne scelta come negoziatrice ufficiale del gruppo dei sei. Per l’ultima stagione, ogni membro del cast guadagnava 1 milione di dollari a episodio.

Di contro, un fan accanito di Friends, ha pensato bene di calcolare quanti soldi Joey ha preso in prestito da Chandler – l’ammontare è di 119.760 dollari. E si sa, in fondo tutti abbiamo un amico come Chandler.

4. Cotte (e assenze) sul set

Matt LeBlanc ha ammesso durante un’intervista di avere avuto agli inizi di Friends una cotta per Jennifer Aniston: “Ok adesso ho giusto una piccola cotta Jen e sono gli inizi, ma credo che tutto il mondo l’abbia, quindi che hai intenzione di fare?” – e non solo perché prima che lo show venisse realizzato, le prime bozze di script prevedevano che la storia d’amore principale non fosse la oramai mitologica Ross e Rachel, ma Monica e Joey.

Altra chicca, sembrerebbe che Lisa Kudrow e Matt LeBlanc abbiano pitchato una sottotrama di Friends in cui Phoebe e Joey hanno una relazione di sesso occasionale. Gli sceneggiatori rigettarono l’idea perché credevano che non fosse in linea con lo spirito dello show, ma nel corso delle stagioni si lascia intendere tra le interazioni dei protagonisti che era un qualcosa che sarebbe potuta accadere.

Quel che è accaduto invece è la storia d’amore tra Rachel e Joey che fu colta con poco entusiasmo sia dal cast, che dalla troupe che dagli stessi fan. A detta di Crane e Kauffman però: “È esattamente questo il perché la stiamo facendo. A volte gli amici si innamorano anche se sanno che è sbagliato.” Di parere diametralmente opposto, invece, la relazione tra Chandler e Monica che sarebbe dovuta essere da “un’unica notte”, ma ai fan piacque così tanto che Crane e Kauffman decisero di mantenerla viva.

Oltre a questo però, sono da registrare delle “assenze dal set”, come Schwimmer che ha compiuto un intervento – assieme al resto del cast – per affrontare i continui ritardi della Aniston sul set, o Perry che negli ultimi anni ha ammesso di non ricordare quasi nulla di quanto accaduto nelle ultime tre stagioni di Friends per via dei suoi problemi con alcol e droga.

5. Frigoriferi funzionanti, il pin di Joey e la genesi di Gatto Rognoso

Bello bello bello bel gattone, puzzi come un caprone!“, la frase iconica di Gatto Rognoso di Phoebe è entrata rapidamente nell’immaginario collettivo tra i fan di Friends e non solo, ma quel che forse tutti non sanno è che non solo la canzone venne scritta realmente dalla Kudrow durante una sbronza con la sua migliore amica, ma che il gruppo comico Gato Fedorento ha preso il nome proprio dall’iconico micetto. Ulteriore chicca è data dal pin utilizzato da Joey – 5639 – le cui lettere corrispondenti sono JOEY – così che potesse ricordarselo.

Altra curiosità interessante è legata ai frigoriferi negli appartamenti di Monica e Joey, – regolarmente funzionanti – dove se il primo veniva usato per inserire al suo interno acqua e altre bevande per il cast e la troupe, quello di Joey era costantemente vuoto, salvo che non venisse riempito per ragioni sceniche.

6. Chandler gay? Joey un perfetto imbecille?

L’idea originale dello script di Friends era quella di concentrarsi principalmente su quattro personaggi con Phoebe e Chandler ridotti a meri “personaggi di supporto”, in tal senso nelle prime bozze Chandler era esplicitamente inteso come omosessuale; Crane e Kauffman cambiarono idea sul personaggio quando conobbero Perry, ma l’idea delle allusioni su una presunta omosessualità di Chandler non sono mai mancate nel corso delle undici stagioni.
Joey invece era inteso originariamente come un “jerk” (cretino) nello script di base, venne cambiato in fase di pre-produzione perché lo stesso LeBlanc chiese agli autori perché mai la gente dovrebbe essere amica di un tipo del genere. Da qui la nascita del Joey Tribbiani che tutti conosciamo.

7. La statua di cane bianco, il terrore della Kudrow verso l’anatra, e il perché far reincarnare la madre di Phoebe in un gatto

La celebre statua del cane bianco nell’appartamento di Joey era in realtà un regalo della migliore amica di Jennifer Aniston alla stessa, come in bocca al lupo per l’inizio della sua avventura in Friends. La Aniston propose allora di inserirla nella serie nell’episodio in cui Joey diventa improvvisamente ricco e compra una serie infinita di paccottiglia kitsch. Alla produzione piacque così tanto che decisero di mantenerla in scena, scherzandoci così in più di un’occasione. Altro personaggio curioso nell’appartamento di Joey era l’anatra comparsa nel corso della terza stagione, che Lisa Kudrow non riusciva proprio ad accettare – ne era terrorizzata.

L’idea invece della madre di Phoebe reincarnata in un gatto venne a Marta Kauffman poco dopo aver perso la madre. Durante un colloquio con uno degli scrittori, ammisero che l’idea non suscitò molto interesse nella writing room, ma nessuno aveva il coraggio di dire “no” viste le circostanze.

8. Guest star eccellenti

Per farvi capire il peso specifico di Friends nella cultura di massa, ecco un elenco semi-completo di guest star che han preso parte allo show: Charlie Sheen, Tom Selleck, Sean Penn, Susan Sarandon, Jennifer Grey, Helen Hunt, Jeff Goldblum, Giovanni Ribisi, Debra Jo Rupp, Jane Lynch, Hugh Laurie, Ellen Pompeo, Melissa George, Jason George, Hank Azaria, David Arquette, Billy Crystal, Robin Williams, Gary Oldman, Julia Roberts, Reese Witherspoon, Christina Applegate, Dan Castellaneta, Harry Shearer, Jean-Claude Van Damme, , Dakota Fanning, Danny DeVito, Brad Pitt, Kathleen Turner, Cole Sprouse, Anna Faris, Ben Stiller, Bruce Willis, Paul Rudd, Jon Favreau, Winona Ryder, George Clooney, e Christine Taylor.

9. 27 è il numero perfetto

No non è un sequel a posteriori del film con Toni Servillo, ma viene semplicemente preso in prestito perché il 27 è un numero che si ripresenta costantemente nel corso delle undici stagioni di Friends. 27 è il numero sul cappello dei vigili del fuoco chiamati da Rachel e Monica quando appiccano accidentalmente un incendio in salotto; 27 è un età pericolosa secondo Monica; 27 dollari sono i soldi che Chandler dà a Ross sentendosi in colpa di non avergli detto di frequentarsi con sua sorella. E ancora, Joey dice a tutti di pesare 12 kg (27 pounds) appena nato; 27 è la pagina del catalogo che Chandler guarda per sostituire la padella per grigliare e non ultimo – 27 è il conto che Chandler paga per tre pizze a domicilio.

10. L’episodio perduto della decima stagione, il viaggio a Parigi…

Chicca estremamente interessante, sembrerebbe infatti che durante il commento audio della diciassettesima puntata-decima stagione di Friends, David Crane abbia svelato come tra episodio 15 e 16, ci sarebbe dovuto essere un episodio in cui Ross e Rachel vanno a Parigi e Ross si innamora di lei nuovamente. Sfortunatamente però, non c’era abbastanza tempo né budget, non è un caso infatti che la decima stagione di Friends sia di 18 anziché i soliti 24 episodi.

11. The One with/when/where

Eccezion fatta per il primo episodioThe Pilot One – e l’ultimoThe Last One; la larghissima parte degli episodi nella versione originale di Friends, ogni episodio iniziava con le lettere TOW, che stanno per The One With, The One When…, The One Where (cioè Quello con…, Quello in cui… o Quello quando…, dove Quello, volendo tradurre, sta a significare Episodio o Puntata volendo tradurre al femminile con Quella (puntata) con…, Quella (puntata) in cui…, ecc.).

Altre eccezioni riguardano un episodio in due parti della seconda stagione (The One After The Super Bowl, ovvero Quello dopo il Super Bowl), l’ultimo episodio della terza stagione (The One At the Beach, cioè Quello sulla spiaggia), il primo episodio della quinta stagione (The One After Ross Says Rachel, Quello dopo che Ross ha detto Rachel), il 100º episodio (The One Hundredth, ovvero Il Centesimo) e il doppio episodio finale della quinta stagione (The One In Vegas, cioè Quello a Las Vegas).

E ancora, il primo episodio della sesta stagione (The One After Vegas, ovvero Quello dopo Las Vegas), un altro episodio della sesta stagione (The One On The Last Night, ovvero Quello riguardo alla notte scorsa), un doppio episodio della sesta stagione (The One That Could have been, cioè Quello che sarebbe potuto essere), l’episodio iniziale dell’ottava stagione (The One After “I do”, cioè Quello dopo il “Lo voglio”) e un altro episodio sempre dell’ottava (The One In Massapequa, cioè Quello a Massapequa); l’episodio finale della nona stagione (The One in Barbados, cioè Quello a Barbados) e il primo episodio della decima stagione (The One After Joey and Rachel kiss, cioè Quello dopo il bacio tra Joey e Rachel).

12. Gli episodi più visti

Tutte le dieci stagioni di Friends hanno registrato alti indici di ascolto, sia negli Stati Uniti d’America che nel resto del mondo. In particolare, negli USA, l’ottava stagione (andata in onda nel 2001-2002) è risultata essere in assoluto la serie televisiva più vista tra tutte quelle trasmesse durante l’anno (con uno share medio del 26% e una media di 26,7 milioni di telespettatori a puntata), mentre la quinta (1998-1999) e la nona stagione (2002-2003) si sono piazzate al secondo posto nei rispettivi anni, e la seconda (1996-1997) e la decima stagione (2003-2004) si sono piazzate al terzo posto, sempre tra tutte le serie trasmesse nella stagione di riferimento.

Risultati mai raggiunti da nessun’altra serie televisiva fino a quel momento, tanto che Il grande Marcel e Arrivi e partenze furono visti da un totale di 52 milioni di spettatori in tutto il mondo.

13. Avevamo rotto! e il concetto di divorzio secondo Ross

Quando Rachel, durante la terza stagione, dice a Ross di volere una pausa di riflessione nel loro rapporto – let’s take a break a break from us – quest’ultimo la interpreta male pensando a una rottura definitiva e la stessa sera, per ripicca, va a letto con un’altra ragazza appena incontrata. Il mattino dopo Rachel gli dice di aver cambiato idea e di voler restare con lui, ma quando scopre la sua scappatella lo lascia definitivamente.

Da qui in avanti il “avevamo rotto!” diventa un tormentone continuo nel corso delle successive stagioni di Friends – Ross ripeterà spesso “we were on a break!” per giustificare un suo comportamento o una sua azione.

Altro tormentone è l’insistenza di Ross nel matrimonio – nel corso di Friends infatti, Ross incappa in ben tre matrimoni (Carol, Emily e Rachel), che si concludono tutti inesorabilmente con un divorzio. I ragazzi scherzano spesso su questo fatto, e ogni volta che Ross ha un appuntamento con una nuova ragazza gli chiedono sempre, in maniera ironica, quanto tempo dovranno aspettare questa volta prima di poter assistere a un nuovo divorzio.

14. L’insostenibile leggerezza di Janice e il mistero del lavoro di Chandler

O…MIO..DIO” chiunque abbia visto appena mezza puntata di Friends sa di cosa stiamo parlando, e il lato esilarante della faccenda è che il tormentone di Janice (interpretata da Maggie Wheeler) venne poi ripreso nel corso delle stagioni, tirandolo fuori da Rachel e compagni a ogni occasione utile.

Il lavoro di Chandler invece, sembra essere avvolto nel mistero tanto che nessuno sembra riuscire a rispondere alla domanda “Che lavoro fa Chandler?” –  e Chandler ogni volta ne è infastidito. In effetti il suo, a confronto con il lavoro nella moda di Rachel, di cuoca di Monica, di attore di Joey e di paleontologo di Ross, è un lavoro più da ufficio ed è più difficile classificarlo anche se, si intuisce essere un lavoro da analista contabile.

15. Reunion, sequel e undicesima stagione

Subito dopo la cancellazione di Friends si sono rincorse voci per i successivi dieci anni. Nel 2006 si era parlato di realizzare quattro doppi episodi da un’ora ciascuno quali edizioni speciali della serie. I membri del cast avrebbero ricevuto per questi episodi 5.000.000 dollari a testa. Gli episodi speciali sarebbero dovuti andare in onda nel 2007. Qualche giorno dopo il portavoce ufficiale della NBC ha smentito categoricamente queste voci.

Nel 2008 si parlò invece della possibilità di un film-reunion ispirato dal successo sul grande schermo di Sex and the City (2008) – meno del sequel del 2010. La notizia è stata però successivamente smentita dalla Warner Bros. e dagli agenti di Matthew Perry e Courteney Cox.

La verità – nonché unica certezza – è che c’era l’intenzione generale di andare avanti per un’undicesima stagione, ma i membri del cast si rifiutarono ritenendo la chiusura della decima semplicemente “perfetta”.

16. Joey, uno spin-off impalpabile

Nel 2004, dopo la sua conclusione (su richiesta degli stessi attori e produttori), Friends ha dato origine a uno spin-off intitolato Joey sulla falsariga di quanto accaduto con Cheers  (1982-1993) e Frasier (1993-2004) dieci anni prima. La nuova sitcom, prodotta sempre dalla Warner Bros. e trasmessa ancora dalla NBC dal 2004 al 2006, vede Matt LeBlanc ancora nei panni di Joey Tribbiani, che dopo che tutti i suoi amici si sono sposati e hanno messo su famiglia, decide di lasciare New York e trasferirsi a Los Angeles per tentare finalmente di sfondare come attore di livello internazionale.

La serie non ha però avuto lo stesso successo di Friends – nemmeno lontanamente – e per via di un grave calo di ascolti la NBC, a metà della seconda stagione, ha interrotto la trasmissione degli episodi e cancellato la serie.

17. Il crossover-evento con Innamorati pazzi

Nel corso della prima stagione, Friends ha avuto alcuni crossover con un’altra sitcom della NBC ambientata a New York, Innamorati pazzi frutto principalmente della presenza scenica di Lisa Kudrow che in entrambe le sit-com interpreta un personaggio, in Innamorati pazzi è la cameriera Ursula. Per ovviare al tutto – e per evitare fraintendimenti e confusione tra il pubblico visto che andavano in onda nella stessa emittente – nel 1994 i produttori di Friends scelsero la Kudrow per il personaggio di Phoebe.

Venne così l’idea di renderla la sorella gemella di Ursula dando ai caratteri di Ursula e Phoebe delle somiglianze, e basando la loro parentela sull’aspetto fisico. Questo fece sì che, per un certo periodo, la Kudrow interpretò il personaggio di Ursula Buffay contemporaneamente sia in Friends che in Innamorati pazzi, rendendo possibile un crossover tra le sue sit-com.

Nel doppio episodio Vivere intensamente della prima stagione di Friends, Joey e Chandler incontrano Ursula per la prima volta al Riff’s – location di Innamorati pazzi – il ristorante in cui lei fa la cameriera, e la scambiano per la loro amica Phoebe; contemporaneamente, al Central Perk, Jamie (interpretata da Helen Hunt) e Fran (interpretata da Leila Kenzle), protagoniste di Innamorati pazzi) incontrano Phoebe e, credendo che sia Ursula e che quindi faccia la cameriera anche in questa caffetteria, le affidano un’ordinazione, lasciando Phoebe quantomeno perplessa.

Inoltre, le due sitcom hanno condiviso, per un certo periodo, la messa in onda sulla NBC il giovedì sera. Questo ha portato a un altro crossover, seppur meno esplicito: nel sesto episodio della terza stagione di Innamorati pazzi, Una questione di onestà, Ira (interpretato da John Pankow) causa un black out che coinvolge l’intera città di New York; l’episodio, andato in onda il 3 novembre 1994 sulla NBC, venne seguito dall’episodio A lume di candela di Friends, in cui i protagonisti sono alle prese proprio con il black out causato da Ira.

18. The breakfast club o La donna esplosiva?

L’ultima curiosità su Friends, è un evento fuori dal set su un’improbabile scommessa tra Matthew Perry e Courtney Cox durante la lavorazione della prima stagione raccontata dalla stessa Cox al Tonight show with Jay Leno. La Cox recitava una frase pronunciata da Anthony Michael Hall in The Breakfast Club (1985) diretto da John Hughes che a detta di Perry era invece stata dallo stesso Hall, ma in La donna esplosiva (1985) – sempre diretto da Hughes.

Non trovando riscontri tra membri della troupe, cast e produzione, Cox e Perry decisero per una scommessa, 20 dollari e/o finire a letto con l’altro/a. Seppero così che Judd Nelson – il Bender di Breakfast Club per intenderci – stava girando un film nel teatro vicino, il quale confermò alla Cox che la battuta è proprio di Breakfast Club e non di La donna esplosiva.

Leno chiese allora come si fosse conclusa la scommessa, e dopo uno starnuto della stessa Cox e il suono di una campanellina, ecco arrivare dalle retrovie proprio Perry con in mano dei fazzoletti – era diventato il suo servetto per i successivi cinque mesi.