american horror story, cinematographe.it

Ogni stagione di American Horror Story è una storia a sé, ma ogni episodio segna un capitolo in un universo condiviso molto più ampio. La serie antologica horror di Ryan Murphy si sta avvicinando alla conclusione anche della sua nona stagione, con una decima programmata già per il 2020. Per tenere una traccia cronologica delle stagioni, abbiamo deciso di mettere insieme una guida che segni la data di svolgimento di ognuna di essa.

Murphy fin dall’inizio della serie ha spiegato che, nonostante i diversi temi e ambientazioni, le stagioni erano collegate tra di loro; allo spettatore era dato il compito di capire i riferimenti e riconoscere il ritorno di qualche personaggio delle stagioni precedenti. Le connessioni tra le stagioni sono uscite allo scoperto a partire da Freak Show, in cui vediamo il ritorno di tre personaggi della stagione Asylum: Pepper, suor Mary Eunice e la dottoressa Arthur Arden. La serie si è poi trasformata in un elaborato labirinto, il cui intreccio di trame si è districato nel corso dei secoli.

L’universo di American Horror Story ha preso forma, ma molto spesso sembra aver perso la sua strada, confondendosi nel grande intreccio della serie. A complicare le cose, la maggior parte delle volte, è anche il fatto che le varie stagioni sono saltate avanti e dietro nelle sequenze di continui flashback. Per alleviare lo zig-zag della narrazione, ecco qui di seguito una sequenza temporale delle stagioni nell’ordine cronologico in cui si svolgono.

American Horror Story: Freak Show (stagione 4), ambientata nel 1952
American Horror Story: Asylum (stagione 2), ambientata nel 1964
American Horror Story: 1984 (stagione 9), ambientata nel 1984
American Horror Story: Murder house (stagione 1), ambientata nel 2011
American Horror Story: Coven (stagione 3), ambientata 2013
American Horror Story: Roanoke (stagione 6), ambientata dal 2014 al 2016
American Horror Story: Hotel (stagione 5), ambientata nel 2015
American Horror Story: Cult (stagione 7), ambientata nel 2017
American Horror Story: Apocalypse (stagione 8), ambientata dal 2020 al 2021

Lo storytelling di Murphy è tutt’altro che lineare. Alcune delle stagioni hanno adottato l’approccio moderno durante la trasmissione (è questo il caso di Murder house, Coven, Hotel, Roanoke e Cult). Anche molte di queste, però, hanno al loro interno molti flashback per integrare l’intera storia dei protagonisti della serie.

Una stagione con una timeline molto più confusa rispetto alle altre è stata Apocalypse. Prima della stagione, Murphy dichiarò che sarebbe stata ambientata in un futuro prossimo, per l’esattezza con un salto temporale di 18 mesi. La stagione quindi è stata ambientata tra la fine del 2020 e l’inizio del 2021. Questa va insieme alla sottotrama di Coven, che era stata ambientata alcuni anni prima dell’apocalisse nucleare. Molti telespettatori si sono chiesti come questo potesse essere possibile, sulla base delle precedenti connessioni, come Billie Dean Howard in visita all’Hotel Cortez nel 2020. Visto che Mallory è tornato indietro nel tempo e ha fermato l’Anticristo, ha l’apocalisse, mantenendo intatta la cronologia della serie.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto