Oscar 2021: anche l’Italia in corsa con Pinocchio e Laura Pausini. Tutte le nomination

Ecco la lista con tutte le nomination per la 93a edizione degli Academy Awards. Le premiazioni si terranno il 25 aprile.

Da leggere

Matrix Resurrections: il nuovo look di Jada Pinkett Smith sconvolge i fan

Il nuovo teaser trailer di Matrix Resurrections rivela il look della Niobe di Jada Pinkett Smith! La Niobe di Jada...

Spider-Man: No Way Home, rivelato il volto di Green Goblin [VIDEO]

Il nuovo spot promozionale di Spider-Man: No Way Home rivela il vero volto di Green Goblin! Il villain The Green...

Harry Potter reunion: dove vederlo? Trailer e data d’uscita dell’episodio speciale

Harry Potter 20th Anniversary: ​​Return to Hogwarts arriverà anche in Italia, per un Capodanno indimenticabile! Per celebrare i 20 anni...

Block title

Academy of Motion Picture Arts and Sciences ha reso noti tutti i candidati ai Premi Oscar 2021, per l’Italia concorrono Pinocchio di Garrone e Laura Pausini

Con poche sorprese e molte certezze, ecco l’annuncio che tutti gli appassionati di cinema stavano aspettando con trepidazione da mesi: le nomination dei Premi Oscar 2021, quest’anno inevitabilmente rimandati a causa della pandemia. Originariamente fissata per il 28 febbraio, la 93a edizione degli Academy Awards è stata rinviata al 25 aprile 2021. Questo ritardo ha consentito di estendere la finestra temporale per le iscrizioni dei film, permettendo così a più pellicole di partecipare. In genere il periodo di ammissibilità delle pellicole alla cerimonia più attesa dell’anno va da gennaio a dicembre, ma i premi di quest’anno onoreranno i film usciti dal 1° gennaio 2020 al 28 febbraio 2021, il che significa che pellicole uscite in ritardo e in streaming a causa dei cinema chiusi possono concorrere a tutti gli effetti.

Ricordiamo, inoltre, che per la 93ª edizione degli Oscar si torna a 10 film candidati per la categoria Miglior Film! Gli Oscar hanno già rivelato che le candidature per i documentari sono aumentate da 170 a 238, un numero da record, mentre la categoria di lungometraggi internazionali ha visto 93 paesi che si sono presentati per la statuetta d’oro, anche questo un massimo storico.

Mank di David Fincher e Nomadland di Cholé Zhao guidano i candidati per il premio cinematografico più ambito, seguiti da Il processo ai Chicago 7 di Aaron Sorkin. Altri film che attendono di poter essere premiati il 25 aprile dall’Academy of Motion Picture Arts and Sciences sono The Father, Promising Young Woman e Sound of Metal. Si contendono l’Oscar per la miglior attrice protagonista Viola Davis per Ma Rainey’s Black Bottom, Vanessa Kirby per Pieces of a Woman, Frances McDormand per Nomadland, Andra Day per The United States vs. Billie Holiday e Carey Mulligan per Promising Young Woman, mentre per la stessa categoria maschile troviamo Gary Oldman per Mank, Chadwick Boseman per Ma Rainey’s Black Bottom, Riz Ahmed per Sound of Metal, Anthony Hopkins per The Father e Steven Yeun per Minari.

Ecco tutte le nomination per gli Oscar 2021:

Miglior film

  • The Father
  • Judas and the Black Messiah
  • Mank
  • Minari
  • Nomadland
  • Promising Young Woman
  • Sound of Metal
  • Il processo ai Chicago 7
  • Miglior regia
  • Thomas Vinterberg, Another Round
  • David Fincher, Mank 
  • Lee Isaac Chung, Minari
  • Chloe Zhao, Nomadland
  • Emerald Fennell, Promising Young Woman

Miglior attrice protagonista

  • Viola Davis, Ma Rainey’s Black Bottom
  • Andra Day, The United States vs. Billie Holiday
  • Vanessa Kirby, Pieces of a Woman
  • Frances McDormand, Nomadland
  • Carey Mulligan, Promising Young Woman

Miglior attore protagonista

  • Riz Ahmed, Sound of Metal
  • Chadwick Boseman, Ma Rainey’s Black Bottom
  • Anthony Hopkins, The Father
  • Gary Oldman, Mank
  • Steven Yeun, Minari

Miglior attrice non protagonista

  • Glenn Close, Elegia americana
  • Amanda Syfried, Mank
  • Maria Bakalova, Borat 2
  • Olivia Colman, The Father
  • Yuh-Jung Youn, Minari
  • Miglior attore non protagonista
  • Leslie Odom Jr., One Night in Miami
  • Sacha Baron Cohen, Il processo ai Chicago 7
  • Paul Raci, Sound of Metal
  • Daniel Kaluuya, Judas and the Black Messiah
  • Lakeith Stanfield, Judas and the Black Messiah

Miglior film d’animazione

  • Onward
  • Over the Moon
  • Shaun the Sheep Movie: Farmageddon
  • Soul
  • Wolfwalkers

Miglior sceneggiatura non originale

  • Borat 2, Sacha Baron Cohen, Anthony Hines, Dan Swimer, Peter Baynham, Erica Rivinoja, Dan Mazzer, Jena Friedman, Lee Kern
  • La tigre bianca, Ramin Bahrani
  • The Father, Christopher Hampton e Florian Zeller
  • Nomadland, Chloe Zhao
  • One night in Miami, Kemp Power

Miglior sceneggiatura originale

  • Judas and the Black Messiah, Will Berson e Shaka King
  • Minari, Lee Isaac Chung
  • Promising Young Woman, Emerald Fennell
  • Sound of Metal, Darius Marder e Abraham Marder
  • Il processo ai Chicago 7, Aaron Sorkin

Miglior fotografia

  • Il processo ai Chicago 7
  • Judas and the Black Messiah
  • Mank
  • Notizie dal mondo
  • Nomadland

Miglior film in lingua originale

  • Another Round
  • Better Days
  • Collective
  • The Man Who Sold His Skin
  • Quo Vadis, Aida?
  • Miglior montaggio
  • Sound of Metal, Mikkel E. Nielsen
  • Promising Young Woman, Frédéric Thoraval
  • The Father, Yorgos Lamprimos
  • Nomadland, Chloé Zhao
  • Il processo ai Chicago 7, Alan Baumgarten

 Miglior sonoro

  • Greyhound
  • Mank
  • Notizie dal mondo
  • Soul
  • Sound of Metal

Miglior scenografia

  • Ma Rainey’s Black Bottom
  • Notizie dal mondo
  • Tenet
  • The Father
  • Mank

Miglior colonna sonora

  • Da 5 Bloods, Terrence Blanchard
  • Mank, Trent Reznor e Atticus Ross
  • Minari, Emile Mosseri
  • Notizie dal mondo, James Newton Howard
  • Soul, Trent Reznor, Atticus Ross e Jon Batiste
  • Miglior canzone
  • Fight for you, Judas and the black messiah
  • Hear my voice, Il processo ai Chicago 7
  • Husavick, Eurovision song contest: the story of fire saga
  • Io sì, La vita davanti a sé
  • Speak now, One night in Miami

Miglior trucco e acconciature

  • Emma
  • Elegia americana
  • Ma Rainey’s Black Bottom
  • Mank
  • Pinocchio

Migliori costumi

  • Emma, Alexandra Byrne
  • Ma Rainey’s Black Bottom, Ann Roth
  • Mank, Trish Summerville
  • Mulan, Bina Daigeler
  • Pinocchio, Massimo Cantini Parrini

Miglior effetti speciali

  • Love and Monsters, Matt Sloan, Genevieve Camilleri, Matt Everitt, Brian Cox
  • The Midnight Sky, Matthew Kasmir, Christopher Lawrence, Max Soloman e David Watkins
  • Mulan, Sean Faden, Anders Longlands, Seth Maury e Steve Ingram
  • The one and the only Ivan, Nick Davis, Greg Fisher, Ben Jones, Santiago Colomo Martinez
  • Tenet, Andrew Jackson, David Lee, Andrew Lockley, Scott Fisher

Miglior cortometraggio

  • Feeling Through, Doug Roland a Susan Ruzenski
  • The Letter Room, Elvira Lind e Sofia Sandervam
  • The Present, Farah Nabulsi
  • Two Distant Strangers, Travon Free e Martin Desmond Roe
  • White Eye, Tomer Shushan e Shira Ochman

Miglior cortometraggio d’animazione

  • Burrow
  • Genius Loci
  • If Anything Happens I Love You
  • Opera
  • Yes-People

Miglior documentario

  • Collective, Alexander Namau e Bianca Oana
  • Crip Camp, Nicole Newham, Jim LeBrecht e Sara Bolder
  • The Mole Agent, Maite Alberdi e Marcela Santibáñez
  • My Octopus Teacher, Pippa Ehrlich, James Reed e Craig Foster
  • Time, Garrett Bradley, Lauren Domino e Kellen Quinn

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Ultime notizie

Matrix Resurrections: il nuovo look di Jada Pinkett Smith sconvolge i fan

Il nuovo teaser trailer di Matrix Resurrections rivela il look della Niobe di Jada Pinkett Smith! La Niobe di Jada...

Articoli correlati