Nastri d’argento 2020: Volevo nascondermi vince il Nastro dell’Anno

Al film di Giorgio Diritti Volevo nascondermi va il Nastro dell’Anno 2020, riconoscimento assegnato ogni anno dal Direttivo dei Giornalisti Cinematografici.

Il film con protagonista Elio Germano è il film dell’anno secondo i Nastri d’argento

Al film di Giorgio Diritti Volevo nascondermi va il Nastro dell’Anno 2020, riconoscimento assegnato ogni anno dal Direttivo dei Giornalisti Cinematografici. Un premio all’eccellenza per i produttori, Carlo Degli Esposti e Nicola Serra per Palomar e Paolo Del Brocco per Rai Cinema e al regista per lo stile essenziale di una regia importante e alla straordinaria performance di Elio Germano. La consegna dei Nastri a Roma avverrà, dal vivo, a fine giugno. Il Sngci svelerà le candidature alla fine di maggio: candidabili tutti i titoli usciti, anche sulle piattaforme, dal 1° Giugno 2019 al 31 Maggio 2020.

Editoriale | Essere Elio Germano: l’attore più favoloso del cinema italiano

Nella motivazione alla premiazione di Volevo nascondermi col Nastro dell’Anno 2020 si legge: “Un film che, con lo stile essenziale della semplicità, mette a fuoco la sofferenza e il talento personalissimo di un uomo che, attraverso l’esplosione della sua creatività irrefrenabile, riesce a riempire il vuoto della solitudine e superare il disagio dell’emarginazione e della malattia mentale. Ma, oltre il racconto di un personaggio così straordinariamente diverso, una riflessione sulle contraddizioni profonde di un mondo che – per dirla proprio con il suo straordinario protagonista – marcia a forte velocità in ogni direzione dimenticando ‘tutti gli storti, tutti gli sbagliati, tutti gli emarginati, tutti i fuori casta’, i Ligabue che sono in mezzo a tanta civiltà”.

Fonte: Adnkronos

Articoli correlati