La rivincita delle bionde: 10 curiosità sullo spumeggiante cult con Reese Witherspoon

“Vi dimostrerò quanto vale Elle Woods!”, promette la protagonista del celebre cult La rivincita delle bionde, uscito per la prima volta al cinema il 13 luglio del 2001. Vediamo insieme 10 curiosità sull’iconico film con Reese Witherspoon.

La rivincita delle bionde ha incantato il pubblico quando il 13 luglio del 2001 veniva proiettato per la prima volta nei cinema statunitensi. La storia della biondissima Elle Woods, interpretata da Reese Witherspoon, che trasforma il suo cuore spezzato in un’occasione per trovare la sua strada – che la condurrà dritta alla facoltà di legge di Harward – è diventato un classico della cultura pop, da vedere e rivedere.        
Nonostante la pellicola venne accolta in maniera generalmente positiva dalla critica, il suo successo è cresciuto negli anni in modo graduale, diventando un vero e proprio cult e ispirando intere generazioni di giovani donne nell’inseguire i propri sogni e passioni.          
Vediamo insieme 10 curiosità sul celebre cult con Reese Witherspoon La rivincita delle bionde.

1. Identikit di Elle Woods

La rivincita delle bionde: 10 curiosità sullo spumeggiante cult con Reese Witherspoon

Elle è una determinata giovane donna con un amore incondizionato verso il colore rosa, che riflette il suo carattere ottimista e spumeggiante. La ragazza ha il cuore spezzato all’inizio del film: il suo ricco e viziato ragazzo Warner ha deciso di interrompere la loro relazione poiché la considera “troppo bionda”. Elle decide di ribaltare gli stereotipi che legano il rosa e il biondo a stupidità e superficialità, e di iscriversi alla facoltà di legge di Harward, per dimostrare non solo a Warner ma al mondo intero di che pasta sia fatta, come ribadisce lei stessa in una delle scene più potenti del film, con indosso l’ormai iconico costume da coniglietta: Vi dimostrerò quanto vale Elle Woods”!        
A differenza delle classiche commedie romantiche La rivincita delle bionde non parte dal presupposto che la protagonista debba cambiare – il carattere o l’aspetto – per maturare. Elle sin dalle primissime scene non esita a mostrarci che dietro ai capelli biondi e a tutto quel rosa c’è una donna estremamente intelligente. Una donna che si ama e che rimane fedele a se stessa per tutta la durata del film; sono gli altri personaggi a crescere e a cambiare il loro modo di vederla, andando oltre gli  stereotipi e i pregiudizi.

2. La rivincita delle bionde è ispirato ad un libro a sua volta ispirato ad una storia vera

La rivincita delle bionde è ispirato al libro Legally Blonde (anche titolo originale del film), scritto da Amanda Brown e ispirato all’esperienza dell’autrice alla Stanford Law School. Come Reese in una scena del film, anche la Brown era solita utilizzare carta rigorosamente rosa e una penna piumosa per i suoi scritti.

3. Il ruolo di Elle Woods era stato offerto a Christina Applegate

La rivincita delle bionde: 10 curiosità sullo spumeggiante cult con Reese Witherspoon

Sembra quasi impossibile immaginare una Elle Woods che non abbia il volto di Reese Witherspoon. Tuttavia, Christina Applegate è stata vicinissima ad interpretare questa parte. Tuttavia, come ha raccontato l’attrice stessa ad Entertainment Tonight nel 2015, ha rifiutato il ruolo perché non era sicura di voler interpretare un altro personaggio biondo e – all’apparenza – stereotipato dopo la sua esperienza in  Sposati…con figli, aggiungendo: “Reese se lo meritava. Ha fatto un lavoro molto migliore di quello che avrei mai potuto fare io”. È interessante ricordare che Witherspoon e Applegate hanno interpretato le sorelle di Rachel Green (Jennifer Aniston) – Jill e Amy – nell’amatissimo show Friends. Tuttavia non si sono mai incontrate sul set, recitando in episodi differenti.

4. La rivincita delle bionde  ha ispirato alcune giovani donne ad iscriversi a Legge

In un’intervista del 2018, Witherspoon ha raccontato che il personaggio di Elle avrà sempre un posto speciale nel suo cuore, in quanto è tutt’oggi un esempio per moltissime giovani donne. Inoltre, sempre a detta dell’attrice, molte ragazze –  ispirate da Elle Woods – avrebbero deciso di iscriversi alla facoltà di legge proprio dopo aver visto il film. La star ha poi aggiunto: “È incredibile vedere quanto a lungo i film possano durare e quanto importante possano essere per i giovani, generazione dopo generazione.”

5. Reese Witherspoon ha frequentato dei veri membri di una sorellanza per entrare nella parte

La rivincita delle bionde: 10 curiosità sullo spumeggiante cult con Reese Witherspoon

Witherspoon ha lavorato molto duramente per entrare al cento per cento nei panni di Elle Woods. In un’intervista del 2001 a Entertainment Weekly ha raccontato di aver trascorso del tempo con i membri di una vera sorority (sorellanza) di un college per entrare nella parte: “Sono andata a cena con loro. È stato una specie di studio antropologico. Impari cosa mangiano, come si comportano, come si prendono cura dei membri più giovani cose del genere”.

6. Matthew Davis aveva una cotta per Reese Witherspoon

larivincitadellebionde_Cinematographe.it

In un’intervista del 2001 Matthew Davis, interprete di Warner, ha confessato che all’epoca delle riprese aveva una tremenda cotta per Reese Witherspoon. L’attore ha raccontato la sua imbarazzante esperienza sul set del film: era così impacciato che i produttori credettero si sentisse poco bene. Alla fine David decise di liberarsi e confessare la sua cotta a Reese, all’epoca sposata con Ryan Phillippe.

7. Witherspoon ha iniziato le riprese del film poco dopo aver partorito

larivincitadellebionde_Cinematographe.it

L’attrice ha avuto la sua prima figlia, Ava, poco proprio di iniziare le riprese per il ruolo di Elle. In un’intervista Witherspoon ha raccontato che la sua primogenita la teneva sveglia quasi tutte le notti durante le riprese: “Alcune notti Ava si svegliava urlando perché aveva l’influenza e passavo tutta la notte a cercare di farla dormire e poi dovevo essere sul set alle 7 di mattino per il trucco.”

8. La rivincita delle bionde avrebbe dovuto avere un finale molto diverso

larivincitadellebionde_Cinematographe.it

Il film originariamente doveva concludersi in tribunale, subito dopo la vittoria del caso da parte di Elle. L’ultima scena avrebbe dovuto ritrarre la protagonista e Emmett (Luke Wilson), mentre si scambiano finalmente il bacio tanto atteso. Secondo la sceneggiatrice Karen McCullah Lutz quel finale era troppo debole: La rivincita delle bionde non è la classica commedia romantica e il pubblico si meritava di vedere cosa sarebbe successo ad Elle dopo la meritata vittoria. Per questo motivo, alla fine, si scelse di scrivere un finale che prevedesse un salto temporale, in modo da mostrare agli spettatori una Elle soddisfatta e laureata.  

9. Ariana Grande ha omaggiato il film nel suo video musicale Thank U, Next

Il videoclip del brano musicale Thank U, Next (2018) della stella del pop Ariana Grande, omaggia il film con diversi riferimenti, tra cui  la celebre scena in cui Elle è intenta a prendere il sole sfoggiando un completo ultra fashion. Il video rende omaggio anche ad altre iconiche pellicole degli anni 2000, tra cui 30 anni in un secondo (2004) e Mean Girls (2004).

10. La rivincita delle bionde: I Funko Pop di Elle Woods

larivincitadellebionde_Cinematographe.it

Come dicevamo poc’anzi, il successo de La rivincita delle bionde è cresciuto in modo esponenziale nel corso degli anni e così anche il merchandising ad esso collegato. I fan del film saranno lieti di sapere che a partire dal 6 giugno 2022 sono disponibili sui principali siti specializzati, tre deliziose Action Figure della linea Funko POP! dedicate ad Elle Woods.

Articoli correlati