Il Trono di Spade: 10 cose che non sai sulla celebre serie tv

Che tanto, troppo ha fatto parlare di sè.

Prima di Stranger Things c’è stato Il Trono di Spade. Come portata mediatica e impatto sul pubblico le due serie sono molto simili. Andata in onda per otto stagioni tra il 2011 e il 2019, Il Trono di Spade è stata senza dubbio la serie televisiva più importante dello scorso decennio: quella più famosa, più cercata, più chiacchierata, più vista. Un successo certificato anche dai numeri di telespettatori, dai premi vinti e perfino dai download e dagli streaming illegali. Scopriamo allora insieme le dieci cose più curiose su una delle serie televisive più amate di sempre.

1. Una serie da record anche in termini di budget

Game of Thrones 8: dove eravamo rimasti? Cinematographe.it

Se le prime stagioni de Il Trono di Spade sono costate ai produttori relativamente poco (5-6 milioni a episodio), il budget è notevolmente lievitato man mano che la serie si è avvicinata alla sua conclusione, tanto che gli episodi finali sono costati fino a 15 milioni di dollari l’uno. Cifra ancora bassa, se consideriamo che il budget previsto per ogni episodio di House of the Dragon è di ben 20 milioni di dollari.

2. Charles Dance, un attore in imbarazzo

il trono di spade charles dance

L’interprete di Tywin Lannister (Charles Dance) e quello di suo figlio Tyrion (Peter Dinklage) condividono molte scene, in cui il primo si comporta in maniera a dir poco sgradevole con il secondo. Esigenze di copione, certo. Tuttavia, Charles Dance era così dispiaciuto del modo in cui il suo personaggio trattava quello del collega che si scusava tra una pausa e l’altra.

3. Un fan di livello

Il Trono di Spade, cinematographe.it

Barack Obama è stato un grandissimo fan di Game of Thrones. Addirittura, facendo leva anche sul proprio status, avrebbe chiesto ai due showrunner (David Benioff e Daniel Brett Weiss) di poter vedere in anteprima tutti gli episodi della sesta stagione. Cosa che ha ottenuto.

4. Questione di casting

il trono di spade 6

Tra i papabili interpreti del personaggio di Jon Snow c’è stato anche Iwan Rheon. Nome che magari di primo acchito dirà poco, ma che sarà immediatamente più chiaro se associato al personaggio che ha finito per interpretare nella serie. Bocciato come Jon Snow, Rheon è stato infatti scelto per la parte del mostruoso Ramsay Bolton. Casting parecchio azzeccato.

5. Amici fuori, nemici dentro

Tra i personaggi di Cersei e di Tyrion Lannister non corre buon sangue. I due attori che li interpretano invece – Lena Headey e Peter Dinklage – sono molto amici. Hanno condiviso l’appartamento durante le riprese, andavano a mangiare insieme e usavano la stessa macchina. A quanto pare, addirittura, è stato lo stesso Dinklage a consigliare alla produzione di scegliere Lena Headey come interprete di Cersei. Un ruolo che l’ha resa – nel bene e nel male – celebre in tutto il mondo.

6. Il Trono di Spade – Il personaggio più cattivo di tutti

joffrey baratheon cinematographe.it

No, non è Ramsay. Nella classifica dei personaggi più cattivi (e odiati) de Il Trono di Spade il primo posto spetta a Re Joffrey Baratheon, interpretato da Jack Gleeson. Per dare al suo personaggio quel ‘qualcosa’ di ancora più cattivo, Gleeson ha detto di essersi ispirato al lavoro fatto da Joaquin Phoenix ai tempi del Gladiatore, in cui interpreta l’imperatore Commodo.

7. Una carriera stroncata

A proposito di Re Joffrey, tutti i suoi colleghi di avventura hanno ammesso la bontà dell’attore, che sul set si è sempre comportato in modo gentile e generoso. Tuttavia, la cattiveria che è riuscito a infondere nel personaggio ha portato a un’interruzione della sua carriera. Jack Gleeson ha infatti ammesso di aver dovuto prendersi una pausa dalla recitazione per ‘smaltire’ le scorie che Re Joffrey gli aveva lasciato.

8. Un attore di peso

Il Trono di Spade 6

Il costume indossato da Jon Snow pesava circa quindici chili, mentre la spada che brandiva quasi due. Per di più, l’attore ha raccontato che sul set indossava delle scarpe più alte perché “sono basso e volevano che sembrassi più alto delle altre persone, quindi ho portato tutto quel peso indossando dei tacchi”.

9. La Sorellanza ne Il Trono di Spade

arya stark cinematographe.it

Per celebrare la loro amicizia, Maisie Williams (Arya Stark) e Sophie Turner (Sansa Stark) si sono fatte tatuare sull’avambraccio la data in cui sono entrate a far parte del cast della serie: 07.08.09.

10. It ain’t much…

Il trono di spade, cinematographe.it

Per l’erede del Trono di Spade ci saremmo aspettati di meglio, anche se sappiamo che la vita sulla Barriera è dura e priva di agi. Ecco perché la pelliccia indossata da Jon Snow nella serie televisiva altro non è che un tappeto acquistato all’IKEA. Una scelta che la nota catena svedese ha subito sfruttato a fini di marketing, rilasciando delle istruzioni che spiegavano come convertire il proprio tappeto in un mantello degno di un Guardiano della Notte.

Bonus. Preferenze

Il Trono di Spade, cinematographe.it

George R. R. Martin, lo scrittore dei libri da cui è tratta la serie de Il Trono di Spade, ha ammesso che il suo personaggio preferito è Tyrion Lannister. Il personaggio nella serie è centrale e non fa una brutta fine. Sarà preservato anche nei libri?

Leggi anche Il Trono di Spade, George R.R. Martin conferma: “I libri prenderanno una strada diversa rispetto alla serie TV”

Articoli correlati