Chi è Morfydd Clark? 10 cose che non sai sulla Galadriel de Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere

10 curiosità sull'attrice Morfydd Clark e su come si è preparata per interpretare Galadriel

La serie TV Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere è approdata il 2 settembre 2022 su Prime Video, ricevendo opinioni entusiaste dalla critica e da buona parte del pubblico.
La serie, creata dagli showrunner J.D. Payne e Patrick McKay e prende ispirazione dalla trilogia scritta da J.R.R. Tolkien, va a raccontare gli eventi della Seconda Era. Avvenimenti già accennati nella trilogia de Il Signore degli Anelli, in cui sono stati introdotti alcuni dei personaggi che compaiono nella serie TV. È il caso dell’elfa Galadriel, interpretata da Cate Blanchett nella trilogia di Peter Jackson, un personaggio che ritorna ne Gli Anelli del Potere come protagonista e questa volta a vestirne i panni è l’attrice Morfydd Clark. Scopriamo assieme 10 curiosità sull’attrice e di come si è approcciata al ruolo iconico di Galadriel.

1. Morfydd Clark è una fiera gallese

il signore degli anelli gli anelli del potere recensione cinematographe.it
Credit Ben Rothstein Prime Video

Classe ’89, Morfydd Clark è svedese, ma si considera una fiera gallese. Questo perché sua madre si trovava in Svezia quando era incinta di lei per via del lavoro del marito. Entrambi i genitori sono, però, gallesi (anche il nome Morfydd è tipico del Galles) e le hanno impartito l’educazione della loro cultura insegnandole sia l’inglese che il gallese, una qualità che le è tornata molto utile durante le riprese de Gli Anelli del Potere. Quando Morfydd Clark aveva appena due anni, si sono trasferiti nel Penarth dove ha trascorso l’infanzia.

2. Il suo rapporto con l’ADHD

Chi è Morfydd Clark? 10 cose da sapere sull'attrice che interpreta Galadriel Cinematographe.it

In fase adolescenziale le è stato diagnosticato un disturbo da deficit dell’attenzione/iperattività (meglio conosciuto con la sigla ADHD), una condizione che impedisce a chi ne soffre di mantenere la concentrazione, delle volte si presenta un’eccessiva attività che può sfociare nella difficoltà di controllare il proprio comportamento.
Dopo qualche anno ha scoperto di soffrire anche di dislessia, un’unione che le ha impedito di apprezzare gli anni scolastici. In un’intervista per il The Guardian ha detto che solamente quando si esibisce riesce a concentrarsi, riuscendo a raggiungere uno stato mentale in cui riesce a tenere a bada anche la dislessia.

3. Morfydd Clark ha lasciato la scuola a 16 anni, dedicandosi poi al teatro

Trovando difficoltà nel seguire le lezioni, quando ha compiuto sedici anni ha lasciato la scuola. L’anno successivo lo ha passato a lavorare nella fattoria di suo zio, un’esperienza di cui parla con entusiasmo descrivendola come un lavoro che le ha cambiato la vita e l’ha aiutata a prepararsi ad affrontare qualsiasi cosa del mondo del lavoro.
L’opzione di frequentare un college non era tra le sue prerogative, ma la recitazione l’ha sempre attratta come una calamita. È stata la madre a incoraggiarla a fare la sua prima audizione per i British and Welsh national youth theatres, dove ha iniziato la sua carriera.

4. L’esperienza teatrale

Il teatro è stata una parte fondamentale della sua formazione attoriale e per molti anni si è concentrata sulla performance teatrale, prima di accettare ruoli per film e serie tv.
Uno dei suoi primi ingaggi è stato per According to Brian Haw nel 2009, una produzione messa in scena dal British Youth Music Theatre. Parallelamente è entrata a far parte del National Youth Theatre Of Wales.

Ha anche recitato in diverse opere shakespeariane: ha interpretato Cordelia nel Re Lear – per il quale è stata elogiata dalla critica -, e Giulietta nella versione del Crucible Theatre di Sheffield di Romeo e Giulietta. Al momento è concentrata sulla sua carriera cinematografica, ma ci sono buone probabilità che tornerà ad esibirsi sul palco.

5. Filmografia

Chi è Morfydd Clark? 10 cose da sapere sull'attrice che interpreta Galadriel Cinematographe.it

Dopo qualche anno inizia a muovere i primi passi al cinema e in televisione. È il 2014 e recita in Madame BovaryThe Falling, in PPZ Pride + Prejudice + Zombie (un adattamento di Orgoglio e Pregiudizio con gli zombie), nella serie New world e nel film per la televisione Un poeta a New York.
Morfydd Clark ha recitato in una gamma straordinariamente diversificata di film, opere teatrali e programmi televisivi. È apparsa in film d’epoca come Love & Friendship (2016), Dickens – L’uomo che inventò il Natale (2017) e La vita straordinaria di David Copperfield (2019) in cui ha interpretato due ruoli: la madre del protagonista e anche la sua fidanzata.

Morfydd Clark, prima di Gli Anelli del Potere, ha recitato in molteplici serie tv di stampo gotico e fantasy, in particolare ha preso parte a L’Alienista (2018), His Dark Materials – Queste oscure materie (2019) e nell’ultimo adattamento seriale di Dracula targato Netflix.

6. I provini per Gli Anelli del Potere

Essere scelta per Gli Anelli del Potere ha rappresentato un punto di svolta per Morfydd Clark che, prima di riuscire ad ottenere il ruolo di Galadriel, ha dovuto affrontare ben sette provini.
In un’intervista per Empire, l’attrice ha raccontato un aneddoto sul primo provino. Morfydd Clark ha ricordato che, durante la prima audizione, non sapeva quale fosse il ruolo per la quale era lì. Una ragazza vicino a lei, emozionata, le ha rivelato che erano lì per ottenere una parte in un progetto che riguardava Il Signore degli Anelli.

Un ruolo che calza a pennello per Morfydd Clark che, fin da bambina, è una vera fan della saga. L’attrice ha continuato raccontando: “Sono andata in bagno, mi sono fissata e mi sono detta ‘Devi darti una regolata. Ti sei allenata per anni per questo. Sai cosa fare, ce l’hai nel sangue'”.

7. La reazione di Morfydd Clark quando ha ottenuto il ruolo

Come accennato, Morfydd Clark non aveva idea di quale fosse il ruolo per la quale si era candidata. Su Variety l’attrice ha ricordato il momento in cui è stata informata che era stata scelta per interpretare Galadriel, ruolo che era stato di Cate Blanchett nella trilogia de Il Signore degli Anelli. La notizia che è arrivata durante il Toronto International Film Festival, poco prima che Clark salisse sul palco per presentare La vita straordinaria di David Copperfield.

“L’ho scoperto e poi sono andata alla proiezione e a una sessione di Q&A per La vita straordinaria di David Copperfield. Improvvisamente mi sono resa conto di quanto fosse importante per me e sono svenuta durante la sessione di domande. Sono stata presa da un addetto alla sicurezza. Sapevo che stavo facendo un’audizione per un elfo, ma non sapevo quale, io e mia sorella siamo impazzite cercando di capirlo. Non avrei mai immaginato che sarebbe stata Galadriel”.

8. Morfydd Clark è una grande fan de Il Signore degli Anelli

Chi è Morfydd Clark? 10 cose da sapere sull'attrice che interpreta Galadriel Cinematographe.it

Clark si è definita una nerd dei film di Peter Jackson che l’attrice definisce un’icona della cinematografia fantasy. Racconta di aver visto per la prima volta la trilogia quando aveva undici anni, in un periodo in cui adorava tutto quello che aveva a che fare con la magia.
Quando era una studentessa, ricorda Clark, organizzava con i suoi amici delle maratone della trilogia, visioni che l’hanno resa incredibilmente rispettosa nei confronti del lavoro di Tolkien e di Jackson. Oltre allo shock iniziale, Clark ricorda le emozioni che ha provato dal primo momento in cui è stata sul set: “È stato un bellissimo regalo. C’è tanta pressione intorno al progetto, ma è un privilegio essere dentro qualcosa che la gente continua ad amare da così tanto tempo. La serie è magica, bellissima e a volte mi chiedo ancora: sta succedendo davvero a me?”.

Per Morfydd Clark l’ingresso nel cast della serie è un sogno che si avvera: “Ero una grande fan dei libri di Tolkien. Quando è uscito il film, avevo 11 anni ed ero completamente ossessionata dal personaggio di Cate Blanchett“, ha raccontato in un’intervista a Virgin Radio UK, “non posso ancora credere che adesso il mio nome venga accostato al suo“.
Il ruolo nel Gli anelli del potere si è rivelato proficuo non solamente sul piano professionale, ma anche su quello personale: “La cosa che amo di più di Galadriel è il suo coraggio. Sono stata ispirata dalle donne con cui ho lavorato, è un gruppo meraviglioso“.

9. Per prepararsi al ruolo di Galadriel, Clark ha dovuto affrontare una “terapia d’esposizione”

In un’intervista rilasciata alla rivista Empire, Morfydd Clark ha parlato di un’addestramento molto particolare che ha affrontato durante le riprese della serie.
Nel curriculum dell’attrice sono presenti numerosi ruoli in cui ha dovuto giocare con la gamma di emozioni inerenti alla paura e al trauma. In Gli Anelli del Potere, al contrario, Clark interpreta un’eroina avvezza all’uso delle armi e dei combattimenti corpo a corpo che le hanno richiesto un totale cambio d’atteggiamento, per il quale è dovuta ricorre alla terapia di esposizione ossia un training per imparare come subire delle aggressioni senza risultare indifesa.

“Quando interpretavo Galadriel, il team di stunt mi disse: ‘Hai un problema, perché sei abituata a essere aggredita nei film’. Mi tiravo spesso indietro quando la gente mi veniva incontro. Così hanno fatto una terapia di esposizione con me, dove c’erano tutti questi uomini enormi, enormi che correvano verso di me, urlando con le spade. Per evitare che sembrassi spaventata. Perché sono stata decisamente ingaggiata come una vittima. E Galadriel non è così”.

10. La Galadriel di Gli Anelli del Potere

La Galadriel di Gli Anelli del Potere è molto differente rispetto alla sua controparte nella trilogia di Peter Jackson, in quanto quest’ultima è ambientata anni dopo gli avvenimenti della serie di Amazon Prime Video. Galadriel è un’elfa e Comandante degli Eserciti del Nord che, dopo aver vissuto i tragici avvenimenti della Prima Era durante i quali ha perso la vita suo fratello, cerca di portare la pace nella Seconda Era convinta che il Male non sia stato sconfitto del tutto, ma sia solo in agguato.

Morfydd Clark ha raccontato di essersi approcciata a Galadriel come ad un ruolo d’azione per il quale ha seguito un rigido programma di allenamento. L’attrice ha descritto le riprese che coinvolgono “molta energia fisica” con il cast che “svolge regolarmente attività per renderci pronti a tutto”.
Morfydd ha anche dichiarato la sensazione di hiraeth (uno stato emotivo legato alla nostalgia) che Galadriel prova sia qualcosa che cerca di dare ad ogni suo personaggio. Per prepararsi al meglio, infine, Morfydd ha lavorato molto sulla postura ed è stata affiancata da un coach per riuscire a parlare perfettamente in Sindarin, la lingua coniata da Tolkien.

Leggi anche Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere: recensione della serie TV Prime Video

Articoli correlati