Alfredo Fiorillo dirige Alessio Boni in Respiri, il thriller che vedrà l’attore fare i conti con una presenza all’interno di un’antica villa

Arriverà nelle nostre sale a giugno Respiri, il nuovo film diretto da Alfredo Fiorillo con protagonista Alessio Boni. Thriller dalle atmosfere cupe, il film racconta la storia di Francesco, un ingegnere che decide di ritirarsi in una villa sulle rive del lago. Ma lì dovrà fare i conti con una presenza particolare.

Francesco, un ingegnere quarantenne, dopo una misteriosa disgrazia si ritira a vivere in un paese sul lago d’Iseo. Con la figlia ancora piccola occupa l’antica villa di famiglia, una  magnifica costruzione liberty lambita dalle acque. Nella grande casa vi è anche un’altra  misteriosa persona, di cui si percepisce soltanto l’eco del respiratore che la tiene in vita. Ma
ulteriori presenze non meno inquietanti, e decisamente più pericolose, si muovono intorno  alla villa. Cos’è accaduto all’uomo e alla sua famiglia?  Quali segreti nasconde? Saprà Marta, amica d’infanzia da sempre innamorata di lui, risvegliare Francesco dal torpore in  cui è caduto e liberarlo dal dolore? E, soprattutto, riusciranno quanti gravitano intorno alla casa a sfuggire al pericolo che incombe sulle loro vite? Le risposte sono tra le mura della  villa, custode silenziosa della verità.

Ad interpretare Francesco sarà proprio Alessio Boni, mentre accanto a lui nel cast troveremo Pino Calabrese, Lidiya Liberman, Milena Vukotic, Eva Grimaldi, Eleonora
Trevisani, Lino Capolicchio e Valentina Cenni. Vediamoli insieme nel trailer del film.

Un film che parla di dolore e di quanto un uomo sia disposto a sopportarlo, pur di andare avanti e dimenticare. Respiri, distribuito da Europictures e L’Age d’Or, arriverà nelle nostre sale il prossimo 7 giugno.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto