La donna del mistero – il trailer del film di Park Chan-wook premiato a Cannes

La donna del mistero sarà disponibile dal 14 ottobre nelle sale americane, mentre in Italia sarà distribuito da Lucky Red in una data ancora da definire.

La donna del mistero (Decision to Live) è l’ultima fatica del regista sudcoreano Park Chan-wook, conosciuto – ed apprezzato – da pubblico e critica di tutto il mondo per la trilogia della vendetta (Mr. Vendetta, Old Boy e Lady Vendetta). Presentato in anteprima al  75º Festival di Cannes – dove ha conquistato il Prix de la mise en scène per la miglior regia – il film è pronto a svelarsi nel primo trailer ufficiale, diffuso in queste ore da MUBI, che ne ha acquistato i diritti per la distribuzione nel Nord America e nel Regno Unito, oltre che per la distribuzione esclusiva sulla propria piattaforma streaming. La pellicola è stata scelta come rappresentante della Corea per l’Oscar al Miglior Film Internazionale.

La donna del mistero – trama, trailer e cast del film di Park Chan-wook

La donna del mistero - Decision to live trailer - Cinematographe.it

La donna del mistero viene descritto come un neo-noir – genere già portato ai massimi livelli dal regista con Old Boy – con al centro una complessa, sofisticata ed impossibile storia d’amore. Come si evince infatti dalla sinossi del film, al centro della vicenda vi è un detective incaricato di indagare sulla morte di un uomo, apparentemente caduto dalla cima di una montagna. Il poliziotto, però, si innamorerà della vedova, finendo con il mettere a repentaglio il proprio matrimonio e le stesse indagini, dal momento che la donna diventerà presto una sospettata.

A vestire i panni del detective Hae-jun è Park Hae-Il (apparso nei film di Bong Joon-ho Memorie di un assassino e The Host), mentre la vedova, Seo-rae, è interpretata da Tang Wei. Park Chan-wook – che ha curato anche la sceneggiatura insieme a  Seo-kyeong Jeong – ha spiegato che a spingerlo a creare il film è stata la necessità di “costruire un tipo diverso di film poliziesco”: “Volevo creare qualcosa di classico, raffinato e abbastanza tranquillo in cui, ovviamente, le emozioni dei personaggi vorticano internamente, ma all’esterno sono silenziose. Il processo di investigare a fondo su una persona, conoscerla attraverso una cosa dopo l’altra, è una sorta di appuntamento per loro. Le conversazioni che hanno – molto aride e con molte cose nascoste – sono una sorta di processo di conversazione a porte chiuse con doppi significati”.

Leggi anche Park Chan-Wook: le 5 opere fondamentali del Quentin Tarantino orientale

Fonte: IndieWire

Articoli correlati