Il terzo omicidio è diretto da Kore-eda Hirokazu, già regista di Un affare di famiglia e Le verità

Dopo essere stato presentato in concorso alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia nel 2017, arriverà nelle nostre sale a dicembre Il terzo omicidio, il film diretto da Kore-eda Hirokazu.

Vincitore di 6 Japan Award, il film cerca di offrire uno sguardo sul mondo della giustizia giapponese, concentrandosi specialmente sulle sue particolari procedure, senza tralasciare però le relazioni umane, sempre al centro del cinema del regista.

Shigemori, un avvocato di successo, assume la difesa di Misumi, un uomo di mezza età accusato di aver brutalmente ucciso e derubato il proprio capo. Il presunto assassino aveva già scontato una lunga pena detentiva per un duplice omicidio di cui si era macchiato 30 anni prima. Le possibilità di Shigemori di evitare la condanna a morte per il suo assistito sono poche, dato che l’uomo ha già ammesso chiaramente la propria colpevolezza. Mentre approfondisce il caso, ascoltando le testimonianze dei conoscenti di Misumi, dei familiari della vittima e dello stesso indiziato, Shigemori inizia a dubitare che l’uomo sia davvero colpevole.

Scopriamo tutti i dettagli con il trailer de Il terzo omicidio.

Ne Il terzo omicidio il regista torna a trattare uno dei temi a lui più cari, quello della verità. La colonna sonora del film è stata creata da Ludovico Einaudi, uno dei più noti compositori italiani contemporanei. Nel cast troveremo Yakusho Koji, Fukuyama Masaharu e Hirose Suzu.

Il film, che arriverà nelle nostre sale il prossimo 19 dicembre, verrà proiettato in versione originale con sottotitoli per dare il giusto rilievo alle interpretazioni degli attori. La lista delle sale che proietteranno il film sarà presto comunicata e segnalata sui social di Double Line.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto