Matteo Garrone torna al cinema con Dogman, il film ispirato ad uno dei fatti di cronaca nera che sconvolse Roma sul finire degli anni Ottanta

È stato rilasciato il trailer ufficiale di Dogman, l’ultimo film diretto da Matteo Garrone. Liberamente ispirato ad un fatto di cronaca realmente accaduto, il film si rifà alla storia di Pietro De Negri, tolettatore di cani di Roma, detto per questo il “canaro”, che divenne noto negli anni Ottanta.

L’uomo infatti fu indicato come responsabile dell’omicidio dell’ex pugile dilettante Giancarlo Ricci. I due erano coinvolti in affari di droga e spaccio e, stando alle parole dello stesso De Negri, Ricci l’aveva più volte colpito violentemente o minacciato di morte. L’omicidio divenne subito noto soprattutto per la sue efferatezza, descritta nei minimi dettagli nel racconto di De Negri. Secondo la confessione, l’uomo avrebbe dapprima intrappolato Ricci in una gabbia per cani, per poi sottoporlo a indicibili torture, tra cui ustioni e mutilazioni, per diverse ore. L’autopsia però smentì il racconto di Pietro De Negri, che durante l’omicidio era sotto l’effetto di droga.

Dogman di Matteo Garrone non è la ricostruzione cinematografica di questo brutale quanto ancora misterioso fatto di cronaca. Il film si ispira liberamente alla storia di De Negri, per portare sul grande schermo un racconto in cui ancora una volta la violenza delle periferie è centrale e rimarcare il contrasto tra dolcezza e cattiveria, bene e male. Scopriamo insieme tutti i dettagli nel primo trailer ufficiale del film.

Dopo Il racconto dei racconti e Reality, Matteo Garrone torna al cinema con una storia in cui la periferia fa da protagonista, come in Gomorra. Un luogo che sembra completamente staccato dalla città di cui fa parte, in cui le regole e le leggi sono diverse e spesso violente.

Dogman uscirà nelle sale italiane il prossimo 17 maggio.