Diamo un’occhiata a Amare Amaro, il nuovo film diretto da Julien Paolini che ha scelto questa volta di raccontare uno dei tanti lati della Sicilia

Il regista italo-francese Julien Paolini ha deciso di scegliere la Sicilia per il suo ultimo progetto, Amare Amaro, film interamente girato sull’isola e realizzato con la produzione esecutiva siciliana di Vincenzo Cusumano, Andrea Santoro e Gilles Monnier e il sostegno della Sicilia Film Commission. Il film vede anche la partecipazione della produzione francese (risultato della coproduzione tra La Reserve, Rosebud Entertainment Pictures, Picseyes e Soldats Films).
Il film segue le vicende di Gaetano, giovane spinto da un desiderio molto forte: combattere la malavita e soprattutto il sindaco del suo villaggio.

Gaetano, il figlio del fornaio, ha deciso di sfidare l’autorità del sindaco del villaggio, una figura oscura vicino al mondo della malavita: seppellirà il suo defunto fratello con la sua famiglia a tutti i costi. Fino a mettere in pericolo se stesso e la sua famiglia.

Scopriamo insieme tutti i dettagli con il trailer di Amare Amaro, diretto da Julien Paolini con Salvatore Allotta come assistente alla regia.

Nel cast del film troviamo Syrus Shahidi nei panni del protagonista Gaetano, Celeste Casciaro in quelli di Enza, Virginia Perroni è Anna, Tony Sperandeo (il Maresciallo), Dino Favuzza, Gianni Fosco Perinti (il Padre), Gabriele Arena, Barbara Bacci, Paolo Brancati, Francesco Caltabiano e Celeste Casciaro.

Amare Amaro verrà presentato in anteprima internazionale al Festival di Taormina, in programma in questi giorni e giunto quest’anno alla sua 65° edizione.

Come ha spiegato lo stesso regista, la scelta della location di Amare Amaro non è ststa casuale:

Palermo non é stata una scelta casuale perché a Palermo le storie di Omero si fondono con le leggende metropolitane.  In quanto capitale dell’integrazione e vero e proprio laboratorio europeo, questa città, con i suoi valori, è riuscita a concretizzare quello che a Parigi, ancora oggi, sembra lontano e che è comunemente chiamato il “vivere insieme”. La Sicilia rappresenta l’Italia ma in modo più intenso, più cinematografico, più moderno perché costituita da una comunità più mista e i suoi contrasti sono dunque ancora più forti. Il titolo italiano del film Amare la terra amara esprime questo rapporto di amore e odio del siciliano con la sua terra. Questa ambivalenza è quella del mondo di oggi, che risiede in tutti i miei personaggi così come in ognuno di noi. La Sicilia è al centro di tutte le discussioni più importanti della nostra società contemporanea, il mondo la scruta e la osserva e i suoi passi rappresentano i passi di tutti gli italiani. Nel profondo del mio cuore spero che, a Palermo e in tutta la Sicilia, ci si possa sentire cittadini europei consci del fatto che il mondo cambia, ma che non c’è nulla da temere.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto