Wanted Zone: nasce la sala virtuale targata Wanted Cinema

Wanted Zone è la sala virtuale targata Wanted Cinema, una piattaforma online che funziona come un cinema, e dedicata a titoli non convenzionali.

Da leggere

Chi è questa bambina? È un’irresistibile svampita, ha una gemella molto diversa e sa essere un’amica eccezionale

Attrice, doppiatrice e produttrice televisiva statunitense, ha per anni pensato di seguire le orme del padre, medico, laureandosi in...

Space Jam: A New Legacy, ci sarà anche Michael Jordan?

Don Cheadle conferma che in Space Jam: A New Legacy ci sarà anche Michael Jordan! Da quando è stato annunciato...

Michele Morrone di 365 giorni e le offese shock a Belen Rodriguez: ecco perché non sarebbe il suo prototipo di donna

Michele Morrone ci va giù pesante a chi gli chiede se si fidanzerebbe un giorno con Belen Rodriguez. L’attore...

Nasce Wanted Zone la sala virtuale targata Wanted Cinema e dedicata al cinema sofisticato che prevede inoltre alcune proiezioni speciali

Wanted Cinema, società di distribuzione che, nel giro di sei anni, ha guadagnato un posto fondamentale diventando il punto di riferimento nel panorama cinematografico italiano, con Wanted Zone continua la sua proposta di cinema ricercato, per un pubblico che si aspetta non soltanto divertimento e intrattenimento, ma anche pensiero, stimolo, dibattito, sorpresa e approfondimento. La nuova piattaforma digitale dedicata a un tipo di cinema non convenzionale proporrà un catalogo di titoli inediti, presentati in anteprima a importanti festival internazionali, acclamati da pubblico e critica, come ad esempio Alla mia piccola Sama, introdotto dalla regista e protagonista Waad Al Kateab. Wanted Zone sarà attiva dal 21 maggio 2020 e la pellicola inaugurale sarà la prima visione del docufilm PJ Harvey – A Dog Called Money. Entrambi questi film lavori raccontano le esperienze vissute dalle protagoniste nel loro coraggioso percorso di lotta e di difesa dei diritti umani. La musicista britannica PJ Harvey attraverso il viaggio in Afghanistan, Kosovo e Washington DC, ha tratto ispirazione per la realizzazione del disco The Hope Six Demolition Project. La regista siriana, invece, realizza una videolettera per sua figlia, Sama, nata ad Aleppo sotto i bombardamenti per spiegarle la scelta di restare in Siria a rischio della loro vita.

La particolarità di Wanted Zone risiede nel dare uno spazio per tutti gli esercenti che ancora non possiedono la propria sala virtuale senza alcun vincolo né un numero di film da raggiungere, ogni esercente potrà proporre anche un solo titolo. “Sin dai primi di marzo ci siamo messi a studiare modi per affrontare la crisi senza dimenticare la centralità della sala. Abbiamo escluso da subito l’ipotesi di atterrare con i nostri titoli novità direttamente sulle numerose piattaforme VOD“, ha spiegato Anastasia Plazzotta, CEO della distribuzione. “Spinti dal desiderio di continuare a lavorare con coloro che ci hanno sempre sostenuto e accompagnato fedelmente nella proposizione al pubblico dei nostri contenuti. Parlo degli esercenti liberi e indipendenti che selezionano sempre con cura i titoli da proporre alla propria comunità di spettatori. Noi, in qualità di distributori, forniremo a queste sale, che si appoggino o meno alla nostra piattaforma, delle prime visioni a cadenza settimanale o bisettimanale. Lavoreremo come se si trattasse di vere e proprie uscite theatrical e inviteremo al cinema registi e ospiti, a disposizione per un Q&A via chat con il pubblico, come siamo soliti fare con le uscite tradizionali“. L’iniziativa promossa da Wanted Cinema punta quindi sul coinvolgimento attivo delle sale cinematografiche attraverso i sempre più utilizzati metodi di comunicazione online, come pubblicare trailer sul sito, invio di newsletter e informazioni attraverso i canali Social.

Wanted Zone - cinematographe.it
Alla mia piccola sama

Wanted Zone funzionerà attraverso l’acquisto di un biglietto dal sito del proprio cinema di riferimento a cui sarà legato un codice che corrisponde ad una poltrona in sala. Il servizio funziona fino ad esaurimento posti. La biglietteria elettronica sarà aperta per possibilità di prevendite e le proiezione avranno date e orari precisi. Coloro che avranno acquistato il biglietto, infatti, potranno vedere il film in live insieme agli altri oppure nelle 24 ore successive al primo accesso. PJ Harvey – A Dog Called Money e Alla mia piccola Sama sono programmati il primo alle 19.00 e il secondo alle 21.00 e saranno introdotti dal giornalista e critico musicale Enrico Assante e il secondo dalla regista e protagonista del film.

Tra gli altri titoli proposti, che saranno disponibili su Wanted Zone dal 28 maggio, In ogni istante, del celebre documentarista Nicolas Philibert che rende un omaggio agli eroi di questo particolare periodo: gli infermieri. Il documentario conduce lo spettatore all’interno di una scuola per infermieri in Francia, seguendo passo passo la loro formazione; Emilio Vedova – Dalla parte del naufragio, documentario con la partecipazione di Toni Servillo, con letture da Pagine di diario di Vedova, il regista Tomaso Pessina ripercorre, a cent’anni dalla nascita, la vita e l’opera di uno degli artisti più significativi del Novecento. Vedova è stato partigiano, ha combattuto nella Resistenza, è stato un attivista impegnato socialmente e politicamente. In occasione dell’uscita del Premio della Giuria a Cannes I Miserabili di Ladi Ly, Wanted Zone ripropone da giovedì 28, il pluripremiato A voce alta, co-diretto da Stéphane de Freitas e dallo stesso Ladj Ly sulla forza della parole, vincitore del Premio del Pubblico al Torino Film Festival 2019. Tra le altre uscite su Wanted Zone ci saranno anche il documentario IYengar – Maestro di yoga, Gordon & Paddy – Il mistero delle nocciole, film d’animazione svedese.

Ultime notizie

Chi è questa bambina? È un’irresistibile svampita, ha una gemella molto diversa e sa essere un’amica eccezionale

Attrice, doppiatrice e produttrice televisiva statunitense, ha per anni pensato di seguire le orme del padre, medico, laureandosi in...

Articoli correlati